Scontri con i tifosi della Triestina, emessi 31 Daspo per 56 anni di divieti

Tra le due tifoserie la Questura ha emesso provvedimenti di divieto a frequentare manifestazioni sportive per ben 31 persone, di cui 16 nei confronti di sostenitori ravennati

Fioccano i Daspo per gli scontri tra i tifosi del Ravenna e della Triestina avvenuti nei pressi dello stadio Benelli lo scorso 23 febbraio. Tra le due tifoserie la Questura ha emesso provvedimenti di divieto a frequentare manifestazioni sportive per ben 31 persone, di cui 16 nei confronti di sostenitori ravennati e 15 ai danni di altrettanti ultras friulani. Come riporta Trieste Prima tra i sostenitori della Triestina una persona  dovrà stare lontano dagli impianti sportivi per sette anni, due tifosi non potranno accedere a manifestazioni per sei anni mentre sono sei gli ultras che si sono visti infliggere Daspo della durata di cinque anni. Altre sei persone staranno lontane dai campi per un anno. Dei 15 ultras raggiunti dal provvedimento, nove hanno anche l'obbligo di firma. Complessivamente il questore ha emesso Daspo per 56 anni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I provvedimenti arrivano in quanto un'ora prima del fischio d'inizio della partita una quindicina di tifosi alabardati avevano raggiunto la curva Mero da via Montanari con la volontà di raggiungere il bar di ritrovo dei tifosi di casa. Le due tifoserie erano venute a contatto, con alcuni degli ultras armati di bastoni, con il solo l'intervento di Carabinieri e Polizia capace di riportare la situazione sotto controllo. I tifosi al seguito della squadra di Gautieri erano stati successivamente accompagnati in Questura a Ravenna, dove erano stati sottoposti a riconoscimento e fotosegnalamento. I filmati degli scontri erano stati quindi visionati dalla Scientifica. La Digos di Trieste e la Divisione Anticrimine della questura giuliano hanno collaborato alle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato nei boschi dopo tre giorni insieme al suo fedele cane: "Nelle ore più fredde ci scaldavamo vicini"

  • Troppi casi di Coronavirus nelle classi: chiude un'altra scuola

  • La giovane che sfida la crisi per realizzare il suo sogno: aprire un forno-cioccolateria

  • Mucche picchiate con bastoni e chiavi inglesi: per l'allevatore 120 ore di lavori di pubblica utilità

  • Violento tamponamento tra due camion in autostrada: traffico in tilt

  • I ladri distruggono il bar e fanno razzia di sigarette e gratta e vinci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento