menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovato ubriaco due volte in zona Speyer: emesso il primo "daspo urbano"

Proprio qualche giorno fa, il Comandante della Polizia municipale Andrea Giacomini aveva spiegato che erano state fatte otto proposte di daspo urbano al questore, tutte nella zona dei giardini Speyer

Il Questore della Provincia di Ravenna Rosario Eugenio Russo ha emesso il primo “daspo urbano” del capoluogo: proprio qualche giorno fa, il Comandante della Polizia municipale Andrea Giacomini aveva spiegato che erano state fatte otto proposte di daspo urbano al questore, tutte nella zona dei giardini Speyer.

Il destinatario del provvedimento è un 46enne marocchino che, nei mesi scorsi, era stato controllato dalla Polizia municipale nella zona compresa tra viale Farini e piazza Anita Garibaldi; l'uomo era stato colpito da due ordini di allontanamento dalla zona stessa poiché nella prima occasione,
alla fine del mese di settembre scorso, in stato di ubriachezza, si sarebbe abbassato i pantaloni per urinare contro un muro, ostacolando gli agenti della Municipale nel loro intervento mentre, solo qualche settimana dopo, sarebbe stato nuovamente sorpreso in stato di ubriachezza. La Divisione Polizia Anticrimine della Questura ha svolto una capillare attività istruttoria esaminando sia gli atti pervenuti dalla Polizia Municipale, sia il profilo personale dell’autore delle condotte incriminate. Lo straniero, che secondo gli investigatori si sarebbe reso autore in due occasioni delle violazioni di legge previste dalla normativa, è stato definito dagli agenti come "soggetto pericoloso", alla luce dei suoi precedenti penali (reati contro il patrimonio, in materia di stupefacenti ed altro) e per le frequentazioni con altri soggetti noti alle forze dell’ordine. Pertanto, il questore ha emesso nei suoi confronti il divieto di accesso nella zona antistante la stazione ferroviaria per la durata di sei mesi, già notificato all’interessato.

Come funziona il daspo urbano

Il Decreto Legge n.14 del 20 febbraio 2017, convertito nella legge n.14/2017, ha introdotto questa nuova “misura di prevenzione” in base alla quale il Questore può disporre, per un periodo da 6 mesi a due anni, un vero e proprio "divieto di accesso" nelle aree relative alle infrastrutture del trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano nei confronti di coloro che impediscono "la libera accessibilità o la fruizione" di dette aree che ne violano i regolamenti interni o che vengono trovati in stato di ubriachezza, che compiono atti contrari alla pubblica decenza o esercitano abusivamente l'attività di commerciante o di posteggiatore. L’emissione del provvedimento del Questore è prevista, però, solo nel caso di reiterazione delle condotte incriminate e solo qualora il soggetto possa essere ritenuto pericoloso per la sicurezza pubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento