Aumentano i trattamenti al Centro Iperbarico di Ravenna: oltre 1400 pazienti

Secondo i dati 2015 della Regione Emilia Romagna, grazie alla collaborazione tra le diverse strutture della rete, in Romagna il numero di amputazioni è inferiore al 50% rispetto alla media regionale

1489 pazienti trattati nel 2015, in crescita rispetto agli anni precedenti; di cui 1073 nell’area dell’ossigeno terapia e 416 al Centro Cura Ferite Difficili, più del 20% da fuori regione. Pari a oltre 18mila trattamenti in camera iperbarica e 33mila prestazioni. Sono questi i dati illustrati all’open day promosso dal Centro Iperbarico di Ravenna nell’ambito del secondo Festival dell’Industria e dei Valori d’Impresa promosso da Confindustria Ravenna. Erano presenti Stefano Gismondi e Marco Chimenti, vicepresidente e direttore di Confindustria Ravenna, Faustolo Rambelli e Franco Nanni rispettivamente presidente e vicepresidente del Centro, il direttore sanitario Pasquale Longobardi e il responsabile marketing e comunicazione  Piergiorgio Marotti.

L’ossigenoterapia iperbarica è il cuore dell’attività del Centro, nato nel 1989 e ritenuto nella comunità medico scientifica un’eccellenza anche per i trattamenti post traumatici e la riabilitazione. Grazie alla collaborazione con la Clinica Mobile, sono stati curati e rimessi in sella anche campioni del motomondiale del calibro di Michael Dohan e Valentino Rossi. Il Centro Iperbarico ospita al proprio interno il Centro Cura Ferite Difficili: una struttura inserita funzionalmente nella Rete Vulnologica dell’Ausl Romagna, coordinata dal dottor Davide Melandri, che cura ulcere con difficoltà di cicatrizzazione ed è integrata con il dipartimento emergenze 118 Area vasta Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Offre un servizio di emergenza urgenza attivo 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno e gli ottimi risultati di miglioramento e guarigione (85%) sono possibili per l’alta specializzazione del personale e l’uso di sistemi innovativi. Secondo i dati 2015 della Regione Emilia Romagna, grazie alla collaborazione tra le diverse strutture della rete, in Romagna il numero di amputazioni è inferiore al 50% rispetto alla media regionale. L’Iperbarico si avvale di oltre 80 collaboratori tra medici, infermieri, tecnici e operatori sanitari, collabora con l’Università e si è dotato di un articolato ecosistema digitale attraverso il quale gestisce le relazioni con i pazienti e con la comunità scientifica nazionale e internazionale. Il blog in poco più di cinque anni ha permesso di entrare in contatto con 600mila persone.  Il Centro fattura 2,7 milioni e nei prossimi due anni investirà circa 250mila euro in nuovi progetti di ricerca scientifica: fra i partner l’Irst di Meldola, con cui sta elaborando un protocollo di studio sull’utilizzo dell’ossigeno terapia abbinata alla chemioterapia nella cura di alcuni tipi di tumore.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento