rotate-mobile
Cronaca

Cala la disoccupazione nel ravennate: bene commercio e industria

E' quanto emerge da un'indagine condotta dalla Camera di Commercio

Cala la disoccupazione nella provincia di Ravenna. E' quanto emerge da un'indagine condotta dalla Camera di Commercio. Nel primo trimestre del 2017 la popolazione attiva di Ravenna è pari a 183.600 unità di cui 167.600 occupati e 16mila disoccupati. La popolazione inattiva (persone di oltre 15 anni non in cerca di occupazione) ammonta a 154.500 unità. "La popolazione attiva (o forze di lavoro) è in calo di circa 488 unità rispetto al trimestre precedente - spiega l'ente camerale -. In particolare diminuiscono di 927 unità le forze di lavoro femminili e crescono di 439 quelle maschili. Il tasso di attività tra i 15 e 64 anni dopo essere cresciuto nei primi nove mesi del 2016, torna ai livelli di fine 2015, pari al 73,1%, inferiore di 0,7 punti al corrispondente valore regionale e superiore di 7,8 a quello nazionale".

"La diminuzione della popolazione attiva è determinata dalla flessione dei disoccupati che risulta pari a 615 unità - spiega la Camera di Commercio -. La disoccupazione cala per effetto della forte diminuzione della disoccupazione femminile, -1.530 unità, che riesce più che a compensare l’aumento della disoccupazione maschile, +915 unità. Il tasso di disoccupazione totale si attesta all’8,7%, in diminuzione rispetto allo scorso trimestre di 0,3 punti percentuali. Il tasso di disoccupazione femminile risulta del 9,5%, in calo rispetto al trimestre precedente, quello maschile dell’ 8,1%, in crescita. Rispetto alla nostra provincia, il tasso di disoccupazione medio regionale è di 2,1 punti inferiore (6,6%), quello medio nazionale di 3,0 superiore (11,7%)".

"Gli occupati sono cresciuti di 126 unità, raggiungendo le 167.600 unità. Alla contrazione dell’occupazione maschile, -477 uomini occupati, si contrappone la crescita di quella femminile, +603 donne occupate - prosegue lo studio -. Il tasso di occupazione tra i 15 e 64 anni si attesta al 66,6% contro il 66,7% di fine 2016. I valori medi regionale e nazionale risultano rispettivamente del 68,8% e del 57,4%. Considerando i settori di attività, nei confronti del trimestre precedente, crescono gli occupati nel commercio (+771 unità) e nell’industria (+353 unità), mentre si riducono negli altri settori, -428 occupati in agricoltura, -528 nelle costruzioni e -41 nei servizi non commerciali".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala la disoccupazione nel ravennate: bene commercio e industria

RavennaToday è in caricamento