Decaduta la concessione demaniale della terrazza: asta in corso per il Grand Hotel di Cervia

Il provvedimento è stato assunto per il perseguimento della migliore gestione dei beni e del prevalente interesse pubblico alla conservazione e tutela del demanio

"A causa del mancato pagamento dei canoni demaniali, del non uso e del cattivo uso della struttura e delle inadempienze della società, così come prevede il Codice della Navigazione, è stata dichiarata la decadenza della concessione demaniale marittima rilasciata alla stessa nel 2012. Sarà riassegnata tramite procedura pubblica a seguito dell’esito dell'asta in corso per il Grand Hotel".

A comunicare la decadenza della concessione demaniale della terrazza del Gran Hotel della città del sale è il Comune di Cervia. "Le chiavi della terrazza sono state consegnate al Comune, in qualità di ente proposto alla gestione delle funzioni amministrative in ambito demaniale marittimo e l’smministrazione ha affidato il servizio di vigilanza dell’immobile a un istituto specializzato. L’edificio infatti dal 2014 è nello stato di totale abbandono con conseguenti danni alla struttura e una situazione di complessivo degrado che costituiscono grave pericolo, sia per la sicurezza pubblica e privata, che per la salvaguardia della terrazza, bene demaniale di pertinenza dello Stato. Il provvedimento è stato assunto per il perseguimento della migliore gestione dei beni e del prevalente interesse pubblico alla conservazione e tutela del demanio. La società dovrà sgomberare l’area e i beni demaniali oggetto della concessione demaniale marittima entro 15 giorni, altrimenti si provvederà a esecuzione forzata. Inoltre nei gironi scorsi è stata dichiarata anche la decadenza sullo stabilimento balneare e questi due atti si inseriscono in un disegno unitario da parte dell’amministrazione e in una politica di governo del territorio e del paesaggio urbano e ambientale, al fine di assicurare la tutela della storia e dell’identità della città".

"Stiamo lavorando, in sinergia con tribunale e agenzia del demanio, per cercare di dipanare la complessa situazione dell'immobile a seguito del fallimento e asta con l'obiettivo di riaprire e ridare vita a questo importante luogo cervese - conclude il sindaco Luca Coffari - prestando sempre massima attenzione alla qualità delle proposte impreditoriali e serietà degli interlocutori privati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Camion dei pompieri si ribalta di ritorno da un incidente: 3 feriti in ospedale

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Un lupo alle porte del centro città: "Ha la rogna, ma non è pericoloso"

  • Coronavirus, numeri ancora alti: 17 vittime nel ravennate, muore un 55enne

Torna su
RavennaToday è in caricamento