menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Degrado in pieno centro storico: "Rifiuti a cielo aperto irremovibili"

Si ripete con frequenza, nel cuore di Ravenna denominato “Quadrilatero del Gusto”, all’ingresso del nuovo Mercato Coperto, il triste spettacolo delle discariche di rifiuti a cielo aperto

Si ripete con frequenza, nel cuore di Ravenna denominato “Quadrilatero del Gusto”, all’ingresso del nuovo Mercato Coperto, il triste spettacolo delle discariche di rifiuti a cielo aperto, con emissione di effluvi e residui liquidi sgradevoli. L'ultimo episodio risale a domenica mattina alle 6.00. La situazione era però stata la stessa nell’alba precedente, come in tante altre.

"Ricorrenti segnalazioni immediate alla sezione antidegrado della Polizia locale e soccorsi straordinari di personale e mezzi di Hera non ne hanno fino ad oggi rimosso le cause - spiega il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi - All’origine c’è stata la scelta infelice di installare cinque cosiddette “isole ecologiche” interrando i cassonetti dei rifiuti in altrettante piazze prestigiose del centro storico di Ravenna. Furono necessarie reazioni popolari, sollevate da Lista per Ravenna, per far recedere il Comune dal programma, che però ha visto soccombere piazza Andrea Costa, la prima e più sfortunata. Il meccanismo di conferimento delle varie tipologie di rifiuti nei rispettivi compattatori è disagevole per gli utenti, mentre la loro apertura è alquanto ristretta. Succede così che quelli per la raccolta dell’indifferenziata e del cartone, stentando a ricevere sacchi e scatolame voluminosi, vadano sovente in tilt e si blocchino, generando l’abbandono sul posto di molti dei rifiuti prodotti nel Quadrilatero del Gusto e nelle strade intorno".

Di qui la richiesta di Ancisi al sindaco tramite question time di conoscere "se e come intende affrontare seriamente la risoluzione del problema esposto, che nuoce anche in generale alla città come suo pessimo biglietto da visita. Speriamo non aspetti che si risolva da solo, tra non meno di un anno (allorché peraltro finirà il mandato dell’amministrazione in carica) quando, venendo introdotta nel centro storico di Ravenna la raccolta dei rifiuti porta a porta, l’isola ecologica interrata di piazza Andrea Costa passerà alla storia come spreco di intelligenza politica e di un bel mucchio di soldi pubblici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento