rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Bagnacavallo

Bagnacavallo, una delegazione a Neresheim nel segno dell'Europa

Sono state esposte le fotografie di Paolo Ruffini nel museo cittadino e i quadri di Angelo Manucci nella hall del Comune.

Una delegazione di circa sessanta persone, fra le quali il sindaco Eleonora Proni, il vicesindaco Matteo Giacomoni e la presidente dell'associazione Amici di Neresheim Gabriella Foschini, si è recata nei giorni scorsi a Neresheim per prendere parte al progetto europeo promosso dalla città tedesca gemellata con Bagnacavallo in occasione della Stadtfest. L'iniziativa prevedeva workshop e incontri dedicati in particolare all'Europa e alle esperienze di scambio tra Bagnacavallo, Neresheim e la città francese di Aix-en-Othe.

"La decisione degli inglesi – ha sottolineato il sindaco nel suo intervento – motiva tutti gli altri Paesi europei a impegnarsi per rafforzare l'Unione e a rivederne l'agenda, dando priorità a temi decisivi per il futuro come lo sviluppo economico, la politica estera, la necessità di fronteggiare l'immigrazione e la lotta alla provertà". Nell'ambito del progetto europeo sono stati celebrati alcuni importanti anniversari come il ventennale del gemellaggio fra le città di Neresheim e di Aix-en-Othe, i quarant’anni di gemellaggio fra Neresheim e Steinach e il ventennale degli scambi fra le scuole di Bagnacavallo e di Neresheim: "un progetto che ha coinvolto migliaia di ragazzi, i quali hanno potuto riflettere su cosa significa essere cittadini europei e fare esperienze comuni".

Quest’anno ricorre anche il trentennale della carica di Gerd Dannenmann a sindaco di Neresheim e, per ringraziarlo del suo impegno per l'Europa e per i gemellaggi, l'Amministrazione comunale di Bagnacavallo e l'associazione Amici di Neresheim gli hanno donato una “Signora Maria”, opera dell'artista bagnacavallese Anna Tazzari.  Infine, durante la Stadtfest si sono esibiti i Coristi per caso diretti da Patrizia Betti, formazione nata all'interno dell'associazione Amici di Neresheim per portare nelle città partner la musica della tradizione locale, un gruppo di ballo e un gruppo di sbandieratori. Inoltre sono state esposte le fotografie di Paolo Ruffini nel museo cittadino e i quadri di Angelo Manucci nella hall del Comune. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagnacavallo, una delegazione a Neresheim nel segno dell'Europa

RavennaToday è in caricamento