rotate-mobile
Cronaca

Pizzaiolo e cameriere assunti "in nero": sospesa l'attività del ristorante

Durante il controllo dell’Ispettorato del Lavoro sarebbe emerso che i due dipendenti non avevano firmato alcun contratto

Nell’ambito di controlli volti alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di sfruttamento dei lavoratori avviati in vari settori, il personale in forza all’Ispettorato del Lavoro di Ravenna avrebbe trovato all’interno di una pizzeria-ristorante di un centro commerciale due lavoratori totalmente irregolari. Nel corso delle verifiche che hanno interessato, in particolare, il rispetto delle normative in materia di ferie, riposi giornalieri e settimanali, gli ispettori avrebbero riscontrato che un cameriere di sala e un pizzaiolo non avevano firmato alcun contratto di lavoro, risultando quindi privi di ogni tutela. Pertanto, è stato disposta la sospensione dell’attività di impresa, in quanto gli ispettori avrebbeto constatato che la violazione riguardava più del 10% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzaiolo e cameriere assunti "in nero": sospesa l'attività del ristorante

RavennaToday è in caricamento