Cronaca

Alcol a minore e scazzottata tra ragazzi: discoteca chiusa per un mese

In merito ai motivi della chiusura temporanea, dal locale commentano: "Se un barista fa uno sgarro allora deve essere il locale a risponderne?"

L'Hof di Porto Fuori di nuovo al centro delle polemiche. Dopo il caso sollevato dal regista Gabriele Muccino, che ha accusato la discoteca di aver tenuto fuori alcuni ragazzi solo perchè stranieri, alla discoteca mercoledì sono stati apposti i sigilli dalle forze dell'ordine. I motivi della chiusura, che durerà un mese, sarebbero due: un ragazzo che avrebbe ricevuto un pugno da un altro ragazzo all'interno del locale e un barista segnalato per aver dato da bere a un 17enne senza documento. Già in passato il locale, quando si chiamava ancora Kojak, era stato chiuso per motivi riguardanti la sicurezza pubblica.

"Sono sempre di più i locali che stanno chiudendo in Italia, per la troppa burocrazia, per le tante leggi non chiare, per la grande difficoltà nel trovare un punto di incontro che tenga in considerazione anche le esigenze degli imprenditori - commentano i titolari del locale, che hanno già avviato un ricorso al Tar - Ci stiamo stancando di tutto questo, vogliamo lavorare sereni, rispettando le regole e facendo divertire le persone in sicurezza. Crediamo ancora nel divertimento sano! Ora speriamo in una rapida risposta dal Tar per poter così riprendere il regolare svolgimento dei nostri eventi".

In merito ai motivi della chiusura temporanea, dal locale spiegano: "Ci chiediamo se questi episodi, giustamente monitorati, debbano portare alla chiusura di un locale. Dovremmo chiudere un parco se avviene una rissa all'interno di esso? Per non parlare poi degli stadi e tutti i luoghi affollati. Dovremmo pagare un dipendente che controlla ogni altro dipendente che faccia bene il proprio lavoro? Noi informiamo e formiamo il nostro personale sul comportamento e le regole tassative da rispettare, ma se un barista fa uno sgarro allora deve essere il locale a risponderne? Noi dal canto nostro abbiamo cambiato gestione, abbiamo rinnovato il locale, aumentato la sicurezza, tenuto un costante dialogo con le rappresentanze del paese, riposizionato il nuovo brand del locale con serate di qualità e un pubblico più maturo e consono. Tutto questo ha portato a un notevole miglioramento nel paese, come possono confermare anche il comitato cittadino di Porto Fuori e i rappresentanti del consiglio territoriale. Di fronte a tutti questi sforzi, il trattamento ricevuto ci ha demolito moralmente. Quello che vogliamo è un tavolo di confronto aperto per risolvere i problemi; non più iniziative drastiche che mettono un'impresa gestita da giovani in grave difficoltà".

Risse, droga e alcolici a minori: ecco perchè il Questore ha chiuso la discoteca

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol a minore e scazzottata tra ragazzi: discoteca chiusa per un mese

RavennaToday è in caricamento