menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disperso in mare mentre fa kayak con gli amici: paura per un giovane

Tra Punta Marina e Lido di Savio, invece, un'imbarcazione con quattro persone a bordo, di cui due minori, è stata soccorsa da una unità costiera della Guardia Costiera a seguito di un avaria

Domenica impegnativa per la Guardia costiera di Ravenna: numerose, infatti, sono state le segnalazioni giunte durante la giornata alla sala operativa della Capitaneria di porto di Ravenna, riguardanti diportisti in difficoltà e richieste di intervento per dispersi in spiaggia.

Tra Punta Marina e Lido di Savio un'imbarcazione con quattro persone a bordo, di cui due minori, è stata soccorsa da una unità costiera della Guardia Costiera a seguito di un avaria. I diportisti, dopo il trasbordo, sono stati accompagnati al sicuro a terra. Al largo di Lido di Savio, durante un’attività di ricognizione per un presunto inquinamento, sono stati effettuati dei campionamenti di una macchia di colore scuro la cui origine è probabilmente da ricondurre a un fenomeno di proliferazione algale. I campioni prelevati sono successivamente stati consegnati all’Arpa per le analisi di rito.

Nella serata, infine, è giunta la segnalazione di un giovane disperso a bordo di una piccola barca a vela partita da Goro e diretta verso i lidi ferraresi. Il ragazzo navigava assieme a dei coetanei su dei kayak, quando è giunta la notizia che non era più in vista dei compagni. Sono stati immediatamente allertati i Comandi di Porto Garibaldi e di Goro, oltre a preallertare le unità navali della Guardia Costiera dedicate al servizio di ricerca e soccorso. Il personale del Comado Guardia Costiera di Goro, libero dal servizio, è immediatamente intervenuto per mezzo di un battello veloce, uscendo in mare e riuscendo a individuare il disperso, sull’unità a vela, a Lido delle Nazioni.

Innumerevoli sono state inoltre le segnalazioni ricevute e che sono state prontamente risolte, nell’ambito di tutta la competente giurisdizione, dal personale dei Comandi dipendenti e dalle pattuglie a mare e a terra del dispositivo "Mare Sicuro". Continua quindi, con grande impegno e presenza, l’azione della Guardia Costiera volta a vigilare sull’incolumità dei bagnanti e dei diportisti, mediante la presenza sulle spiagge e in mare di personale appositamente specializzato e formato. Si ricorda a tutti che è attivo il numero blu gratuito 1530, da utilizzare per la sola segnalazione delle emergenze, mentre, per gli altri dettagli contattare le Capitanerie di porto – Guardia Costiera.

LE NOTIZIE DI OGGI

Dopo il rave party non rispetta l'alt e rischia di investire un Carabiniere col camper
Disperso in mare mentre fa kayak con gli amici: paura per un giovane
Nuova vita al "Bagno dei militari": il Comune apre un bando per la riqualificazione
Controlli della velocità sulle strade: dove si trovano i velox questa settimana
Calcio, i giallorossi stendono il Rimini e conquistano il derby di Coppa Italia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento