menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dissesti e caos in via San Mama": i cittadini vogliono più sicurezza stradale

Via San Mama figura nel Piano del Comune per la mobilità sostenibile come asse strategico di collegamento ciclo-pedonale tra il centro storico di Ravenna, da piazzetta Anna Magnani, e la zona sud

Via San Mama figura nel Piano del Comune per la mobilità sostenibile come asse strategico di collegamento ciclo-pedonale tra il centro storico di Ravenna, da piazzetta Anna Magnani, e la zona sud. Ma la pista ciclabile esistente ne copre solo la prima metà, fino a vicolo Plazzi, non l’altra parte, fino a viale Berlinguer.

"Le condizioni di questo lungo tratto, molto congestionato dal traffico e in cui con la riapertura delle scuole si muovono molti studenti e bambini, spesso accompagnati da anziani, sono in sintesi le seguenti - spiega Gianluca Benzoni, capogruppo di Lista per Ravenna nel Consiglio territoriale Ravenna Sud - Mancano o sono eccessivamente rimpiccioliti i marciapiedi ed è stretta la carreggiata, per cui i pedoni, i ciclisti, i bimbi nei passeggini e i disabili nelle carrozzine devono avventurarsi tra i veicoli motorizzati senza protezione; le condizioni della carreggiata sono esse stesse critiche, col manto stradale che, dopo i recenti lavori di Hera, appare dissestato e con numerose buche, rischiose soprattutto per le biciclette; i mini marciapiedi, laddove esistenti, sono occupati da mezzi in divieto di sosta che ostacolano la circolazione dell’utenza debole e delle vetture stesse; le strisce pedonali sono ormai invisibili; i cassonetti dei rifiuti sono posizionati sul ciglio della strada, rendendo pericoloso conferirvi il pattume o la raccolta differenziata".

"In attesa che la pista ciclabile venga completata - si spera prima che finisca il mandato elettorale 2016-2021 del sindaco attuale - si impongono perciò interventi di ordinaria gestione atti a riassestare la carreggiata stradale ammalorata, a riverniciare le strisce pedonali, a posizionare i cassonetti rifiuti in condizioni di accesso e conferimento sicuri e a sollecitare interventi sul posto della Polizia municipale volti a prevenire e a contrastare le violazioni al codice stradale - conclude il consigliere - Rivolgo perciò al presidente del Consiglio territoriale in indirizzo la presente istanza, affinché, a norma dell’art. 45 del regolamento di tali Consigli, consulti formalmente gli uffici e/o gli organi dell’Amministrazione comunale aventi rispettivamente competenza sul servizio Strade, sul servizio Ambiente e sulla Polizia municipale, allo scopo di rappresentare loro le esigenze, chiedendo risposta su come intendano fronteggiarle".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento