rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Distanza di sicurezza degli alberi: la Prefettura invita a verifiche lungo le linee ferroviarie

Per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative da un minimo di 30 mila euro fino a un massimo di 90 mila euro

Su sollecitazione di Rete ferroviaria italiana, la Prefettura di Ravenna ha inviato nei giorni scorsi una nota ai Comuni del nostro territorio per invitarli a prevenire eventuali situazioni di pericolo per la circolazione ferroviaria. Nella nota della Prefettura si richiamano le norme contenute nel DPR numero 753 dell'11 luglio 1980, in materia di Polizia, sicurezza e regolarità dell'esercizio delle ferrovie. In particolare la Prefettura invita tutti i Comuni a predisporre verifiche sul tracciato ferroviario e sollecitare i privati a ripristinare le distanze di sicurezza dagli alberi ad alto fusto a dimora vicino ai binari, che possono costituire elemento di forte rischio, specialmente in occasione di eventi atmosferici eccezionali.

Il sopracitato decreto prevede infatti il divieto di far crescere lungo i tracciati delle ferrovie piante o siepi ed erigere muriccioli di cinta, steccati o recinzioni in genere a una distanza minore di sei metri dalla più vicina rotaia. Inoltre i terreni adiacenti alle linee ferroviarie non possono essere destinati a bosco a una distanza minore di cinquanta metri dalla linea ferroviaria. Per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative da un minimo di 30 mila euro fino a un massimo di 90 mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distanza di sicurezza degli alberi: la Prefettura invita a verifiche lungo le linee ferroviarie

RavennaToday è in caricamento