Documenti falsi, truffa e traffico di veicoli rubati: arrestato

Dagli accertamenti nelle banche dati delle forze di Polizia è emerso che il 63enne svizzero era destinatario di un mandato di cattura ai fini estradizionali

La Polizia di Stato ha arrestato un 63enne svizzero perché colpito da mandato d’arresto europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria della Polizia per i reati di falsificazione di documenti amministrativi e loro traffico, truffa e traffico di veicoli rubati. Mercoledì mattina, lungo l'autostrada A14, gli agenti della sezione Polizia Stradale di Faenza hanno proceduto al controllo di una Volkswagen Passat con a bordo due persone che procedeva in direzione Rimini.

Dagli accertamenti nelle banche dati delle forze di Polizia è emerso che il 63enne svizzero era destinatario di un mandato di cattura ai fini estradizionali, emesso dalla Autorità Giudiziarie della Polonia per i reati di falsificazione di documenti amministrativi e loro traffico, truffa e traffico di veicoli rubati commessi in Polonia negli anni scorsi. L’uomo, condotto negli uffici della Polizia Stradale di Ravenna, dopo gli accertamenti di Polizia Scientifica finalizzati ad accertarne l’identità è stato dichiarato in arresto e condotto al carcere di Ravenna, a disposizione della Corte d’Appello di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento