rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Castel Bolognese

“Una scelta in Comune”: rendere esplicita la volontà di donazione degli organi

A Castel Bolognese gli iscritti all’Aido erano circa 800, negli ultimi giorni ci sono state una trentina di nuove adesioni, di cui 11 raccolte nella serata del Consiglio comunale

Una scelta in Comune per l’Aido. Il Consiglio comunale di Castel Bolognese ha approvato all’unanimità un ordine del giorno in cui invita l’Amministrazione comunale a porre in essere tutti gli adempimenti necessari per realizzare il progetto “Una scelta in Comune”. L’obiettivo è consentire al cittadino, tramite il Comune, di rendere chiara e inequivocabile la volontà di donare i propri organi e tessuti, registrando l’assenso o il diniego all’atto del rilascio/rinnovo della carta d'identità.

L’ordine del giorno è stato discusso e approvato alla presenza di Lino Mazzanti ed Ermino Napolitano, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Aido della Valle del Senio, costituitasi lo scorso 12 febbraio alla presenza del presidente provinciale Aido Cinzia Ghirardelli, comprendente i comuni di Castel Bolognese, Solarolo, Riolo Terme e Casola Valsenio.

"La donazione di organi e di tessuti – si rimarca nell’ordine del giorno - costituisce un atto di solidarietà verso il prossimo, un segno di grande civiltà e di rispetto per la vita: il trapianto di organi, infatti, rappresenta un’efficace terapia per alcune gravi malattie e l’unica soluzione terapeutica per patologie non altrimenti curabili". A Castel Bolognese gli iscritti all’Aido erano circa 800, negli ultimi giorni ci sono state una trentina di nuove adesioni, di cui 11 raccolte nella serata del Consiglio comunale. Per informazioni e adesioni, contattare Lino Mazzanti (329-8008582) o Erminio Napolitano (338-2175130).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una scelta in Comune”: rendere esplicita la volontà di donazione degli organi

RavennaToday è in caricamento