rotate-mobile
Cronaca Solarolo

Donazione organi, anche a Solarolo parte il progetto “Una scelta in Comune”

Il Sit è il sistema che viene consultato in tempo reale dai centri di coordinamento regionale trapianti, quando si presenta la necessità di trovare un potenziale donatore

Il Comune di Solarolo ha aderito al progetto “Una scelta in Comune”, che consente ai cittadini in fase di rilascio o rinnovo della carta di identità, di esprimere la propria volontà a donare gli organi ed inserire il proprio nominativo nel Sistema Informativo Trapianti del Centro Nazionale Trapianti. Il Sit è il sistema che viene consultato in tempo reale dai centri di coordinamento regionale trapianti, quando si presenta la necessità di trovare un potenziale donatore.

L’ufficiale di anagrafe al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità, informa il cittadino della possibilità che la propria volontà a donare gli organi sia inserita tra i dati identitari conservati all’anagrafe comunale. Qualora il cittadino accetti, l’ufficiale di anagrafe fornisce il modulo di dichiarazione da compilare e sottoscrivere, dopodiché registra nella procedura informatica la volontà (positiva o negativa) dichiarata. Il modulo originale viene rilasciato al cittadino, mentre una copia è conservata all’anagrafe comunale. Eventuali ripensamenti o modifiche alla volontà espressa, saranno registrabili solo presso la propria Ausl di riferimento. Il dato acquisito in modalità elettronica viene quindi inoltrato al Sistema Informativo Trapianti tramite web service.

Il Comune di Solarolo ha acquistato e predisposto le attrezzature informatiche, la modulistica ed è pronto per l’avvio. La campagna di informazione è in corso, con volantini e brochure. Gli operatori del Servizio anagrafe parteciperanno alla giornata di formazione promossa per il 25 novembre, per attuare il progetto “Una scelta in comune per la donazione organi” dalla Regione Emilia Romagna. «Il nostro territorio, ed in particolare la Vallata del Senio, si sta dimostrando molto sensibile a questo tema – dichiara il sindaco Fabio Anconelli - Dopo la rinascita dell’Associazione Aido della Valle Senio, cui hanno aderito anche molti cittadini di Solarolo, la partecipazione del nostro Comune a questo protocollo era un atto d'obbligo, per facilitare e promuovere la donazione consapevole di organi in quanto gesto di generosità e civiltà».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazione organi, anche a Solarolo parte il progetto “Una scelta in Comune”

RavennaToday è in caricamento