rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Faenza

Dopo l'alluvione che ha distrutto 12mila libri riapre la biblioteca di Faenza

La biblioteca ha ricevuto e continua a ricevere donazioni da singoli cittadini, docenti, professionisti, aziende, associazioni, editori ma anche da tantissimi bambini e ragazzi che si sono mobilitati per ricostruire le collezioni danneggiate dalla furia dell’acqua

Lunedì 10 luglio, alle 9, la Biblioteca di Faenza riaprirà al pubblico. Dopo sette settimane dal terribile evento alluvionale del 16 maggio che ha colpito la città di Faenza, la Manfrediana tornerà a offrire i propri servizi. I danni provocati dall’evento meteorologico, al momento, non consentiranno la riapertura di alcuni spazi: della Sala ragazzi e della Sezione Letteratura, quelle che si trovavano al piano terra e quindi le più danneggiate. L’impossibilità di riaprire quegli spazi ha portato alla rimodulazione dei servizi collegati, così, se bambini e ragazzi troveranno i loro libri nello ‘Spazio giovani’ la narrativa sarà disponibile in ‘Sala Dante’ e nell’atrio.

Per la riapertura, nell’ottica di una rinascita, saranno disponibili per il prestito solo libri nuovissimi, frutto di donazioni da parte degli editori, di associazioni, di cittadini e dell’iniziativa “Un libro sospeso” che, dalle librerie del territorio, si è presto esteso a molte regioni d’Italia, oltre che dalla rete di solidarietà fiorita attorno alle offerte “Ricostruiamo le sale alluvionate della Biblioteca Manfrediana”.

L’incredibile, vastissima e meravigliosa rete di solidarietà che si è stretta attorno alla biblioteca in un momento difficilissimo per la sua vita, caratterizzata dalla perdita di circa 12.000 volumi delle collezioni contemporanee e con un enorme danno alle sale e agli arredi, contestualmente ha rappresentato una importante spinta per la riapertura, oltre a dare un importante segnale di grande amore per la cultura e per i libri; amore e affetto che non ha conosciuto confini. La biblioteca ha infatti ricevuto e continua a ricevere donazioni da singoli cittadini, docenti, professionisti, aziende, associazioni, editori ma anche da tantissimi bambini e ragazzi che si sono mobilitati per ricostruire le collezioni danneggiate dalla furia dell’acqua. Una rete di solidarietà che difficilmente potrà essere dimenticata e grazie alla quale la biblioteca di Faenza cercherà di tornare ancor più bella e accogliente di prima.

Per ringraziare i tanti bambini che si sono stretti attorno alla loro biblioteca, lunedì 10 luglio, alle 17, nel chiostro piccolo, verrà proposta una lettura ad alta voce. Novità importante: la Biblioteca Manfrediana, anche per accompagnare quelle famiglie rimaste coinvolte nell’alluvione e che quindi rimarranno in città, non chiuderà nel periodo estivo come invece fatto negli anni passati. Fino al 30 agosto 2023 la biblioteca osserverà il seguente orario: lunedì, mercoledì, venerdì e sabato: dalle 9 alle 13.30 martedì e giovedì dalle 9 alle 18.30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'alluvione che ha distrutto 12mila libri riapre la biblioteca di Faenza

RavennaToday è in caricamento