rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Faenza

Dopo l'esondazione problemi sulle vie di Faenza: strade chiuse e modifiche alla viabilità

Le modifiche alla viabilità saranno segnalate sul posto mediante segnaletica temporanea di cantiere

A causa del cedimento di un tratto arginale del fiume Lamone dovuto al maltempo e con conseguenti problemi al manto stradale, in via Fabbrerie e via Fossolo a Faenza - in prossimità del ponte della Castellina, strada provinciale 302 'Brisighellese-Ravennate' - da oggi sono disposte alcune modifiche alla viabilità (ordinanza n. 615/2022 per i lavori pubblici anno 2023): chiusura della strada comunale via Fabbrerie, nel tratto tra via Pianetta e la strada provinciale 302 e istituzione del senso unico in ingresso nella strada comunale via Fossolo, a partire dalla sp 302 fino all'intersezione con via San Vincenzo. Le modifiche alla viabilità saranno segnalate sul posto mediante segnaletica temporanea di cantiere.

Questo pomeriggio il presidente della Provincia di Ravenna Michele de Pascale e il consigliere provinciale con deleghe alle strade e alla viabilità Nicola Pasi insieme alla comandante della polizia provinciale Lorenza Mazzotti, hanno visitato tutte le località del faentino dove ci sono stati gli allagamenti, le frane e le rotture stradali più significativi causati dal maltempo di ieri.

In particolare sono stati presso la SP 16 Marzeno e la SP302 Brisighellese interessate da consistenti allagamenti, la SP49 Bicocca, la SP23 Monticino, la SP 306 Casolana, la SP70 Prugno tutte interessate da frane molto rilevanti che ne hanno determinato la chiusura. Successivamente il sopralluogo è proseguito a Bagnacavallo presso l’area industriale dove si sono verificati diversi allagamenti e a Boncellino dove c’è stata la rottura dell’argine del Lamone.  

“Come Provincia di Ravenna – ha commentato il presidente de Pascale – insieme ai sindaci daremo il massimo del supporto alle comunità locali e siamo già al lavoro per ristabilire tutta la viabilità nel tempo più breve possibile. Insieme alla Regione Emilia-Romagna stiamo inoltre chiedendo al Governo le risorse necessarie e anche i poteri per poter intervenire d’urgenza per quanto riguarda gli interventi più significativi, ma anche per far sì che questi siano anche l’occasione per un nuovo grande piano di investimenti strutturali di lungo periodo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'esondazione problemi sulle vie di Faenza: strade chiuse e modifiche alla viabilità

RavennaToday è in caricamento