Cronaca

Droga ai Giardini Speyer, lite tra fornitore e pusher: arrestati

L'attenzione è stata attirata dai due tunisini; uno, 29enne, ha estratto dal giubbotto un involucro che ha passato velocemente all'altro, 27enne

Uno era il fornitore, l'altro il pusher. Entrambi sono finiti nella rete dei Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Ravenna. Si tratta di due tunisini, rispettivamente di 29 e 27 anni, arrestati lunedì pomeriggio con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti. I militari erano impegnati in un servizio antidroga nei pressi della Stazione ferroviaria e dei giardini Speyer, affollati da molti extracomunitari. L’attenzione è stata attirata dai due tunisini; uno, 29enne, ha estratto dal giubbotto un involucro che ha passato velocemente all’altro, 27enne.

Questo, dopo aver intascato l’involucro, si è rifugiato all’interno di un bar, verosimilmente per controllare quanto appena ricevuto, ma subito dopo è uscito dirigendosi verso il connazionale. Tra i due nasceva una violenta lite. I carabinieri hanno colto il momento propizio per intervenire e bloccare entrambi i soggetti. Il 27enne aveva 20 grammi di eroina mentre il 29enne ha tentato di darsi alla fuga, venendo bloccato Difronte alle evidenze raccolte è apparso chiaro che il pusher avesse ricevuto tale quantitativo di sostanza stupefacente dal fornitore con l’unico scopo di spacciarla ma, evidentemente, qualcosa nei patti non era stato rispettato. Entrambi sono stati arrestati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga ai Giardini Speyer, lite tra fornitore e pusher: arrestati

RavennaToday è in caricamento