Speyer e stazione, il cane Bac "fiuta" la droga: fermati tre giovanissimi

La Questura, con la Polizia Ferroviaria, la Guardia di Finanza e laa Municipale ha setacciato la zona identificando oltre 50 persone

Immagine di repertorio

Giardini Speyer e zona stazione controllate a vista. Lunedì sera Polizia di Stato e Guardia di Finanza hanno denunciato un 19enne italiano di Alfonsine per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. La Questura, con i Reparti Prevenzione Crimine di Bologna, la Polizia Ferroviaria, la Guardia di Finanza con il cane Bac e la Polizia Municipale hanno setacciato la zona Speyer e la stazione ferroviaria, identificando oltre 50 persone di cui 15 straniere e predisponendo contemporaneamente due posti di controllo sulle strade che portano in quella zona.

I sequestri sono venuti dai controlli effettuati nei cinque treni regionali in arrivo a Ravenna. In particolare dal treno regionale proveniente da Ferrara sono state fermate tre persone "fiutate" dal cane Bac. Dalla perquisizione sono state rinvenute modiche quantità di hashish su un minore italiano e su di un 21enne egiziano in regola con le norme del soggiorno. Entrambi, dopo il sequestro, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di stupefacenti e il minore è stato riaffidato ai genitori. Per il terzo alfonsinese è andata diversamente, con un sequestro penale in quanto i 10 grammi di   marijuana che aveva addosso erano suddivisi in tre dosi preconfezionate e termosaldate. Il ragazzo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Camion dei pompieri si ribalta di ritorno da un incidente: 3 feriti in ospedale

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Un lupo alle porte del centro città: "Ha la rogna, ma non è pericoloso"

  • Coronavirus, numeri ancora alti: 17 vittime nel ravennate, muore un 55enne

Torna su
RavennaToday è in caricamento