Cronaca

Due dipendenti di Cmc arrestati in Kuwait con l'accusa di furto: già rilasciati

Cmc è impegnata nella costruzione di un quartiere residenziale nel paese del Golfo e, negli ultimi tempi, sono emersi problemi di mancati pagamenti nei confronti di aziende sub-appaltatrici

Due dipendenti della Cmc di Ravenna sarebbero stati arrestati in Kuwait, dove l'azienda è impegnata in alcuni lavori edilizi. Secondo quanto riporta l'Agenzia giornalistica Italia, i due sarebbero stati già rimessi in libertà dopo essere stati portati in cella con l'accusa di aver rubato alcuni macchinari. Cmc è impegnata nella costruzione di un quartiere residenziale nel paese del Golfo e, negli ultimi tempi, sono emersi problemi di mancati pagamenti nei confronti di aziende sub-appaltatrici. A confermare la notizia all'Agi sarebbe stato un altro dipendente di Cmc, da poco rientrato dal Kuwait, che sostiene la falsità delle accuse indicandole come un pretesto al solo scopo di trattenere i due nel Paese mediorientale e indurre la cooperativa romagnola a ottemperare ai pagamenti dovuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due dipendenti di Cmc arrestati in Kuwait con l'accusa di furto: già rilasciati

RavennaToday è in caricamento