rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca Faenza

Due 14enni scappano incappucciati: rischiano la vita e fanno fuggire i veri ladri

Durante il tragitto, il passeggero sul ciclomotore ha anche coperto con le mani la targhetta posteriore per impedire ai due carabinieri di leggerla, quindi per seminare gli inseguitori hanno imboccato un sentiero sterrato

Una “bravata” che poteva costare cara a due minorenni è avvenuta pochi giorni fa in territorio di Riolo Terme: poco prima di mezzanotte, un cittadino ha segnalato al 112 la presenza di due individui incappucciati che si aggiravano fra le abitazione con in mano delle torce, sicuramente due malitenzionati che stavano tentanto dei furti in abitazione. L’equipaggio del nucleo radiomobile intervenuto sul posto, dopo aver preso contatti diretti con il cittadino che aveva telefonato al 112, si è messo alla ricerca dei due soggetti.

I due carabinieri hanno parcheggiato l’auto ed “armati” di torcia hanno cominciato a perlustrare anche a piedi i dintorni. dopo circa mezz’ora, quando i due militari sono risaliti sull’auto di servizio, hanno incrociato un ciclomotore scuro con in sella due individui incappucciati. Appena intimato l’alt, il conducente anziché fermarsi ha accelerato bruscamente e si è dato alla fuga, prontamente inseguito dalla gazzella dell’arma. Durante il tragitto, il passeggero sul ciclomotore ha anche coperto con le mani la targhetta posteriore per impedire ai due carabinieri di leggerla, quindi per seminare gli inseguitori hanno imboccato un sentiero sterrato per tentare la fuga in aperta campagna. L’equipaggio dell’arma, nonostante il fondo stradale scosceso pieno di buche ed avvallamenti, ha continuato l’inseguimento. Alla fine, dopo circa 3 km, il conducente del ciclomotore ha perso il controllo ed i due sono rovinati a terra, immediatamente raggiunti e bloccati dai carabinieri.
 

I militari dell’arma hanno constatato che i due “incappucciati” che fino a quel momento si erano comportati come dei ladri in fuga altro non erano che due 14enni i quali, non avendo il casco, alla vista dei carabinieri avevano tentato di farla franca per evitare di essere multati. Fortunatamente nessuno dei due si è fatto male e sono stati portati entrambi in caserma dove li hanno raggiunti i genitori. Oltre al sequestro del ciclomotore hanno “collezionato” sanzioni al codice della strada per non essersi fermati all’alt, per guida senza casco e trasporto irregolare di passeggero. Purtroppo i due minorenni comportandosi in quel modo non solo hanno rischiato in prima persona ma hanno anche agevolato i “veri” topi di appartamento, che effettivamente quella sera hanno messo a segno alcuni furti nella zona dove i carabinieri erano intervenuti grazie alle segnalazioni dei residenti.

A Bagnara di Romagna, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato per “omessa custodia di armi” un pensionato 73enne di Ravenna che al termine di una battuta di caccia in via Ripe è andato via dimenticando sul posto uno dei suoi fucili. I carabinieri, rinvenuta l’arma, tramite la matricola hanno rintracciato il proprietario che nemmeno si era accorto di averla persa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due 14enni scappano incappucciati: rischiano la vita e fanno fuggire i veri ladri

RavennaToday è in caricamento