rotate-mobile
Cronaca

Durante il controllo al porto spuntano 43 chili di cocaina: camionista condannato a 12 anni

L’imputato era accusato di aver trasportato il preziosissimo carico dal Belgio a Piacenza, passando per Susa dove fu controllato una prima volta (il tir era tenuto sotto controllo)

E’ stato condannato a 12 anni in primo grado il camionista albanese trovato alla guida di un tir letteralmente imbottito di droga nel 2020. La sentenza del collegio giudicante è arrivata nella mattinata di ieri. L’imputato era accusato di aver trasportato il preziosissimo carico dal Belgio a Piacenza, passando per Susa dove fu controllato una prima volta (il tir era tenuto sotto controllo).

Una volta a Piacenza l’uomo fermò il mezzo in un parcheggio della zona industriale per poi allontanarsi con la figlia che lo era venuto a prendere in auto, alla volta di Lodi dove abitavano. In quell’area di servizio poi il tir fu preso in consegna dall’altro imputato che, secondo l’accusa, doveva fare la seconda parte del viaggio. Quest’ultimo è stato condannato a 10 anni in rito abbreviato nei mesi scorsi.

Il mezzo pesante poi fu controllato capillarmente al porto di Ravenna e fu rinvenuto il carico. Secondo l’accusa l’uomo non poteva non sapere cosa trasportava, mentre la difesa ha sostenuto la tesi opposta.

Alla sentenza l’avvocato dell’imputato, Marco Romagnoli, ha commentato: "All’esito del dibattimento non è stata raggiunta la prova della consapevolezza  del carico in capo al mio cliente. Attenderemo le motivazioni e sicuramente faremo appello. Al netto che l’indagine di Piacenza è una costola della ben più grande inchiesta già pendente a Bologna e già in corso all’epoca, ma questo lo abbiamo scoperto solo a procedimento ormai già finito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Durante il controllo al porto spuntano 43 chili di cocaina: camionista condannato a 12 anni

RavennaToday è in caricamento