menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arrivo del vaccino a Ravenna (Foto Massimo Argnani)

L'arrivo del vaccino a Ravenna (Foto Massimo Argnani)

E' arrivato il vaccino con un volo militare, Ravenna è pronta per il "vaccine day"

In tutto, saranno 975 professionisti della sanità regionale – medici e infermieri - ad essere vaccinati, tanti quante sono le dosi assegnate all’Emilia-Romagna

Partiti. Dalle 7.30 di domenica mattina, gli incaricati di tutte le aziende sanitarie regionali hanno recuperato la propria scorta di vaccini anti-Covid Pfizer-BioNtech per portarle nelle loro sedi in vista del via della campagna in Emilia-Romagna, in partenza alle 14 di oggi. In simultanea in ogni provincia, da Piacenza a Rimini. Le operazioni di vaccinazione andranno avanti fino a sera. In tutto, saranno 975 professionisti della sanità regionale – medici e infermieri - ad essere vaccinati, tanti quante sono le dosi assegnate all’Emilia-Romagna per questa prima giornata d’avvio, nel Paese e in Europa, per quello che è stato ribattezzato il Vaccine Day.

Arrivati nella notte a Bologna con un volo militare partito dalla base di Pratica di Mare (Roma), alle 7.30 le dosi di vaccino – scortate da militari dell’Esercito e agenti delle forze dell’ordine  - sono state portate all’Ospedale Bellaria di Bologna (Anatomia Patologica, Padiglione 1) per lo smistamento alle aziende sanitarie. Presente l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini.

Medici e infermieri, dunque, così distribuiti: 50 a Piacenza, 100 a Parma, 100 a Reggio Emilia, 150 a Modena, 225 (+50 per la CRA ‘Cardinal Giacomo Lercaro’) a Bologna (inclusi il personale degli Istituti Ortopedici Rizzoli), 25 a Imola, 50 a Ferrara e 85 a Forlì-Cesena, 70 a Ravenna e 70 a Rimini.

Ogni Azienda sanitaria ha definito il luogo dove verranno somministrate le vaccinazioni a partire dalle 14.  Piacenza: Laboratorio analisi dell’Ospedale; Parma: Ospedale Maggiore; Reggio Emilia: ex ospedale Spallanzani; Modena: Centro servizi Ausl di Baggiovara; Bologna: Autostazione delle corriere e Casa di Residenza ‘Cardinal Giacomo Lercaro’; Imola: Medical Centre dell’Autodromo; Ferrara:  Ospedale Sant’Anna di Cona; Ravenna Pala De Andrè, Rimini: Quartiere Fieristico; Forlì-Cesena: Cesena Fiera.

Commenta il sindaco Michele De Pascale: "Dobbiamo provare orgoglio ed emozione per la velocità con la quale la ricerca mondiale ha messo a disposizione della popolazione un vaccino in soli dieci mesi. Questi primi vaccinati sono stati individuati per il ruolo che ricoprono nella gestione dell'infezione. Si tratta in particolare dei vaccinatori, di coloro cioè che poi si occuperanno di effettuare le ulteriori vaccinazioni; più in generale si tratta di personale infermieristico e medico che comunque lavora in ambiti e strutture coinvolte dalla gestione del covid. Prima bisogna difendere la parte più debole della popolazione. Poi vaccinarci e proteggerci tutti.  Dobbiamo resistere e fare sacrifici ancora per un po', ma presto raggiungeremo il risultato sperato e torneremo a vivere una vita normale. Coraggio, la luce infondo al tunnel c'è ed è chiara".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il mito del Passatore: eroe cortese o spietato assassino?

social

Blue Monday: esiste davvero il giorno più triste dell'anno?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento