rotate-mobile
Cronaca

Ecografo usurato in ospedale, esame oculistico infattibile: "Servono nuovi strumenti"

Samantha Tardi: "Nel referto si evince l’impossibilità, da parte del medico, di effettuare un’indagine ecografica a causa dell’usura dello strumento"

"Scarsa qualità delle immagini per usura dell'ecografo. Si invia allo specialista inviante". E' quanto si legge in un referto medico segnalato dal gruppo consiliare CambieRà, che proverrebbe dal reparto di Oculistica dell'ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna. "Nel referto si evince l’impossibilità, da parte del medico, di effettuare un’indagine ecografica a causa dell’usura dello strumento - spiega la capogruppo Samantha Tardi - Il sindaco Michele De Pascale (che durante una seduta del consiglio comunale si era detto "preoccupato per la presenza di diverse problematiche nell'ospedale ravennate", ndr) non rientra tra gli addetti preposti alla sostituzione delle attrezzature, nè tra coloro che dovrebbero occuparsi del controllo dello stato di usura delle stesse. Tuttavia un referto così redatto crea nel paziente, un grave disagio, in termini di tempo perso ed eventuale rimessa economica, se costretto a rifare altrove l’esame diagnostico con il rischio, inoltre, di dover attendere altro tempo prezioso per le risposte del caso. Non sottovalutiamo, inoltre, il fatto che un medico si ritrovi costretto a dover scrivere in referto la sua "impotenza" nello svolgimento del proprio mestiere, a causa di gravi mancanze da parte degli organi preposti al controllo degli strumenti diagnostici presenti presso il nostro nosocomio".

Poco personale in ospedale, l'Ausl: "E' vero, ma ora nuove assunzioni e stabilizzazioni"

La consigliera d'opposizione, in un'interrogazione, chiede dunque a sindaco e giunta "se si ritiene accettabile che un presidio ospedaliero come il nostro sia ridotto a non poter effettuare esami diagnostici semplici come quelli presenti in referto a causa di usura delle attrezzature; se non si ritenga il caso, a questo punto, di iniziare a essere un po’ più incisivi sui tavoli regionali preposti, al fine di ottenere miglioramenti generali delle condizioni del nostro ospedale, per andare verso una riduzione dei tempi delle liste di attesa che ovviamente, anche a causa di queste situazioni, si dilatano smisuratamente; se non si ritenga il caso di pretendere dalla Dirigenza dell’Area Vasta miglioramenti incisivi per le condizioni di lavoro degli operatori sanitari in generale, passando anche attraverso le dotazioni strumentali idonee al fine di rendere il servizio al cittadino sempre più efficiente, dato che episodi come questo rappresentano pessime vetrine sulla qualità erogata dal nostro nosocomio".

Inaugurato un nuovo reparto in ospedale: "Creeremo una 'cittadella sanitaria'"

oculistica-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecografo usurato in ospedale, esame oculistico infattibile: "Servono nuovi strumenti"

RavennaToday è in caricamento