rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca Cervia

Viaggio studio sugli ecomusei, la rappresentanza cervese vola a Lisbona

Nell’ambito di Echoes, progetto transnazionale che promuove la cooperazione tra gli ecomusei ai fini della valorizzazione di territorio, memoria, e patrimonio, si è svolto nei giorni scorsi uno study visit in Portogallo

C’era anche un po’ di Cervia, nel recente viaggio-studio sugli ecomusei svoltosi nei giorni scorsi a Lisbona. Nell’ambito di Echoes, progetto transnazionale che promuove la cooperazione tra gli ecomusei ai fini della valorizzazione di territorio, memoria, e patrimonio, si è svolto nei giorni scorsi uno study visit in Portogallo nell’area ecomuseale di Seixal (Lisbona) organizzato da Gal Delta 2000. Cervia ha partecipato come Ecomuseo del Sale e del Mare. L’uscita ha visto la partecipazione di alcuni Gal italiani e stranieri: il Gal Sarcidano Barbagia di Seulo, Il Gal Altra Romagna, il Gal Valli Marecchia e Conca, Delta 2000 (di cui Cervia fa parte), insieme a Leader Pohjois-Satakunta e Leader Ravakka, entrambi finlandesi e un leader svedese, tutti partner di progetto.

Il tour ha rivelato un’area ecomuseale in pieno sviluppo che attualmente propone visite ad una vecchia fabbrica di polvere da sparo, ad un museo dei mulini alimentati dalla forza della marea e ad un’area archeologica che mostra i resti di fornaci di epoca romana. I luoghi offrono ai visitatori ambienti ancora autentici e macchinari funzionanti portando il visitatore a godere di una esperienza unica e a calarsi completamente nelle realtà. Di grande interesse anche la visita al museo dell’Acqua, che racconta la storia della raccolta di acque dolci per Lisbona e pone in collegamento diversi luoghi ed edifici costruiti fra il 18° e 19° secolo che segnano un importante periodo nella complessa evoluzione dell’approvvigionamento idrico della città. Nel contempo è luogo di sensibilizzazione ai temi di sostenibilità e salvaguardia dell’ambiente.

Il tour ha offerto spunti per lo sviluppo ecomuseale dei vari territori e momenti di confronto fra i partner sui progetti locali ma ha visto anche un importante incontro presso l’Università Lusofòna di Lisbona, dipartimento di museologia, con cui si sta lavorando ad un importante progetto di ricerca, informazione, documentazione legata alla sociologia e all’accessibilità culturale al quale anche i nostri ecomusei potrebbero partecipare.

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio studio sugli ecomusei, la rappresentanza cervese vola a Lisbona

RavennaToday è in caricamento