Cronaca

Elezioni amministrative 2021, de Pascale: "Disponibili ai confronti, non a raccogliere le provocazioni"

"Crediamo che anche in questa campagna elettorale i momenti di dibattito tra i candidati debbano rispettare alcuni importanti requisiti"

"Disponibili ai confronti, non a raccogliere le provocazioni": è la dichiarazione di Fabio Sbaraglia, coordinatore della coalizione a sostegno della candidatura di Michele de Pascale alle prossime elezioni amministrative. "Nell'avvicinarsi dell'appuntamento elettorale del 3-4 ottobre, emerge sempre di più quanto sia stato importante il lavoro fatto da de Pascale e da tutto il centrosinistra per unire e comporre una coalizione unita e plurale per offrire agli elettori idee e programmi chiari e condivisi, e quanto invece la frammentazione del campo del centrodestra, dovuta all'arroganza della sua principale forza politica, porti sino ad oggi una gran quantità di comunicati e nessuna proposta, nuova e sfidante - attacca Sbaraglia - All'interno di questo percorso di avvicinamento alle elezioni, i confronti tra i candidati e le candidate sindaco possono essere momenti importanti: permettendo alle cittadine e ai cittadini di conoscere le proposte politiche e programmatiche in campo per il futuro della città e di maturare una decisione consapevole su queste".

"Per questo motivo - continua Sbaraglia - crediamo che anche in questa campagna elettorale i momenti di dibattito tra i candidati debbano rispettare alcuni importanti requisiti, che siano garanzia di trasparenza e fruibilità per tutta la città. Diamo quindi disponibilità per valutare tutti gli inviti a partecipare a confronti, a condizione che siano coinvolti tutte e tutti i candidati a sindaco e che gli stessi si coordinino tra loro per definire e condividere le linee guida su cui impostare tutti i confronti che ci sarà occasione di organizzare. Fare confronti che escludono alcuni candidati farebbe venire meno i principi fondamentali di equilibrio ed equità necessari in qualsiasi tipo di dibattito che abbia lo scopo di offrire ai cittadini la possibilità di informarsi correttamente. Gli appuntamenti propagandistici e le sceneggiate non rientrano evidentemente all’interno di questa fattispecie di dibattito e non hanno in sé nulla di democratico. Sono solo provocazioni e tentativi di chi, incapace di trovare sostegno politico o civico all’interno del centrodestra, sta facendo di tutto per ritagliarsi un momento di visibilità. Non saremo certo noi a fornirgliela".

"La proposta di Michele De Pascale di un incontro fra gli staff dei candidati per organizzare un calendario di dibattiti condiviso ed egualitario trova la nostra approvazione - commenta il candidato sindaco di Forza Italia Alberto Ancarani - La responsabile della mia campagna elettorale, Samantha Tardi, è a disposizione per prendere parte all'incontro preliminare proposto. Per quanto riguarda invece la lista civica abortita OraxRavenna, prendo atto che essa continua imperterrita a tediare i candidati con ultimatum, lunghe giustificazioni, mezza accuse  e vaghe minaccine a mezzo mail, nel tentativo maldestro di affermare la qualità del loro operato, imbastendo toppe ben peggiori dei buchi stessi. Ribadisco per l'ultima volta che finchè il dibattito proposto per il 6 settembre avrà le insegne di tale lista civica, morta sul nascere, non vedrà la mia partecipazione neppure se fossi l'unico candidato a non prendervi parte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative 2021, de Pascale: "Disponibili ai confronti, non a raccogliere le provocazioni"

RavennaToday è in caricamento