Emergenza casa, la Regione mette sul piatto altri 5 milioni per 159 alloggi

Un aiuto per chi non può accedere alle case popolari e ha il reddito basso. Gli alloggi saranno destinati a giovani coppie, famiglie numerose o con un solo genitore, anziani, disabili

La Regione mette in campo altri 5 milioni per rendere disponibili 159 alloggi per persone e famiglie con reddito medio basso. Si ampliano gli effetti del programma regionale di housing sociale per l'acquisto o l'affitto agevolato per specifiche categorie di cittadini. Viale Aldo Moro ha dunque raddoppiato i fondi stanziati l'anno scorso per la realizzazione di alloggi per la sperimentazione di nuove soluzioni abitative innovative sotto il profilo sociale e di comunità, ed efficienti anche dal punto di vista energetico e sismico, senza ulteriore consumo di suolo. I 159 alloggi saranno destinati a giovani coppie, famiglie numerose o con un solo genitore, anziani, disabili. Tutti con un reddito medio basso, che non hanno i requisiti per l'assegnazione di un alloggio popolare e, allo stesso tempo, non possono permettersi l'acquisto di un'abitazione nel libero mercato.

"Rafforziamo ulteriormente- sottolinea la vicepresidente con delega alle Politiche abitative, Elly Schlein- il programma regionale che non a caso si chiama di housing sociale. Proprio perché non si limita ad offrire una casa in cui vivere, bensi' a promuovere un nuovo modello di abitare, con soluzioni che facilitano le relazioni tra inquilini e costruiscono vere e proprie piccole comunità tra vicini di casa". Il provvedimento appena approvato dalla Giunta rientra nelle misure assunte dall'inizio dell'emergenza Covid-19 "per rispondere con efficacia e rapidità ai bisogni sociali crescenti", aggiunge. Il bando indetto dalla Regione nel 2019 prevedeva un contributo alle cooperative e imprese costruttrici che poteva variare da un minimo di 30.000 euro per alloggio a un massimo di 50.000 per il recupero di vecchi edifici e di rigenerazione urbana; 5.000 euro in più per alloggio ai progetti come il 'cohousing'

Il programma di housing sociale è destinato a chi ha un reddito che non superi 41.006 euro di Isee (o 55.000 euro se appartenenti a nuclei familiari distinti, che intendano costituirne uno nuovo), che possono cosi' acquistare, anche attraverso patti di futura vendita, una delle case proposte nel bando con uno sconto sul prezzo dell'immobile pari al contributo ottenuto dal costruttore. In alternativa all'acquisto diretto, i beneficiari potranno prendere in affitto gli appartamenti con patti di futura vendita e contratti scontati del 20% sul canone concordato. I benefici non valgono per chi possiede altri appartamenti (anche in usufrutto) in Emilia-Romagna o chi ha ricevuto in precedenza altri contributi pubblici per l'acquisto di una casa, precisa la Regione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento