menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza finita: riapre il punto di primo intervento all'ospedale di Cervia

L’evolversi positivo, almeno al momento, dell’infezione, consente ora la riapertura del servizio: il Punto di Primo Intervento sarà dunque operativo, al momento nelle 12 ore diurne

Riprende da venerdì 19 giugno l’attività del Punto di Primo Intervento di Cervia (presso la struttura “San Giorgio”), che era stata sospesa nel periodo dell’emergenza covid, sia per motivi di sicurezza dell’utenza sia per poter destinare tutto il personale possibile alla presa in carico dei pazienti affetti da coronavirus. L’evolversi positivo, almeno al momento, dell’infezione, consente ora la riapertura del servizio: il Punto di Primo Intervento sarà dunque operativo, al momento nelle 12 ore diurne.

L’azienda si sta comunque impegnando nel reperimento di personale medico e sanitario con l’obiettivo di estendere, non appena possibile, l’operatività del servizio sulle 24 ore. Nel frattempo è stato potenziato il servizio di Emergenza Territoriale 118 con l’aggiunta di una ulteriore ambulanza, sulle 12 ore notturne, che rappresenta una ulteriore copertura e sicurezza per il territorio cervese. Si ricorda comunque che l’utenza può eventualmente rivolgersi al Pronto Soccorso di Ravenna o al Punto di Primo Intervento di Cesenatico.

Si rammenta infine che, proprio venerdì, prende il via anche il servizio di Guardia Medica Turistica, con ambulatori sia presso la struttura “San Giorgio” che nelle sedi di Pinarella e Milano Marittima, ai quali è possibile rivolgersi previo appuntamento telefonando al recapito 800244244 (quest’anno non è previsto l’accesso diretto).

"In queste settimane abbiamo sollecitato più volte l'Ausl Romagna per il ripristino del Punto Intervento e la ringraziamo per aver riattivato il servizio, anche se in maniera ancora insufficiente alle esigenze di una località turistica importante - commenta il sindaco Massimo Medri - Auspichiamo comunque come richiesto nella lettera inviata alla dirigenza che avvenga celermente anche il ripristino del servizo h24. Cervia è una città ad alta vocazione turistica, la terza in Emilia-Romagna per numero di presenze e anche se quest'anno è stato ritardato l' avvio della stagione per ovvie ragioni, non può essere assolutamente soddisfacente accogliere i tanti turisti con un servizio dimmezzato. E' fondamentale per questa città la presenza di un Pronto Intervento h24, che possa essere sempre a disposizione di cittadini e turisti. Stiamo puntando anche dal punto di vista promozionale sull'immagine della città sicura e anche per questo dobbiamo avere attivi tutti i servizi sanitari, specie in una stagione difficile come questa, per il benessere e la sicurezza dei nostri citadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento