Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Emergenze ambientali, la Pigna: "Serve prevenzione e una pianificazione efficiente"

Verlicchi: "Occorre passare subito dalla gestione delle emergenze alla pianificazione degli interventi di salvaguardia del patrimonio ambientale ravennate"

"La sicurezza ambientale non può essere continuamente ignorata o chiamata in causa solo quando si ha fame di consenso politico.
Occorre, piuttosto, passare subito dalla gestione delle emergenze alla pianificazione degli interventi di salvaguardia del patrimonio ambientale ravennate". E' il commento di Veronica Verlicchi, capogruppo della Pigna in consiglio comunale, che entra poi nel dettaglio: "Ora più che mai, è necessario e urgente procedere alla pulizia delle storiche pinete del nostro comune, abbandonate da decenni, proteggere le nostre splendide spiagge dall’erosione Marina, bonificare e ridare vita alle nostre piallasse, alla Valle della Canna e all’Oasi di Punte Alberete, pulire e rinforzare gli argini dei fiumi, prevenire il dissesto idrogeologico. Il patrimonio ambientale del nostro Comune, se adeguatamente protetto e mantenuto, può rappresentare anche un’importante opportunità di sviluppo turistico. Da troppi anni le amministrazioni Pd che si sono succedute ci hanno abituati ad assistere alla più totale indifferenza verso il nostro patrimonio naturalistico, salvo poi piangere sul latte versato. Gli effetti devastanti di questa indifferenza sono ormai prepotentemente evidenti ai ravennati. Certo è che solo una pianificazione dettagliata, puntuale ed efficiente, che definisca priorità e tempi di intervento e che individui le necessarie risorse economiche (comunali, regionali ed europee) può sperare di salvaguardare il patrimonio ambientale ravennate. Richiamiamo, quindi, l’attenzione del Sindaco de Pascale affinché intervenga su questa problematica, poichè non è possibile continuare a rincorrere l’emergenza, con tutto quello che ne consegue in termini di danni e di costi, senza fare nulla per prevenire i dissesti e i disastri. A de Pascale suggeriamo di convocare al più presto gli stati generali dell’ambiente, in una tre giorni di confronto dove associazioni, aziende, esperti, Università, Istituzioni di livello superiore possano confrontarsi su proposte, idee, progetti da convogliare in un programma di interventi per la tutela e lo sviluppo del prezioso ambiente di Ravenna".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenze ambientali, la Pigna: "Serve prevenzione e una pianificazione efficiente"

RavennaToday è in caricamento