menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enpa cerca donazioni per costruire un nuovo canile: "50 animali rischiano di rimanere senza casa"

L'Ente nazionale di protezione animali faentino, infatti, ha lanciato in questi giorni una raccolta fondi per riuscire a realizzare il progetto di costruire un nuovo rifugio

Gli animali ospiti del Rifugio del cane Enpa di Faenza cercano una nuova casa. L'Ente nazionale di protezione animali faentino, infatti, ha lanciato in questi giorni una raccolta fondi per riuscire a realizzare il progetto di costruire un nuovo rifugio, più spazioso e confortevole per i cani e i gatti senza famiglia.

"Il rifugio di via Righi è agli sgoccioli - spiega Maria Teresa Ravaioli presidente della sezione faentina di Enpa - E' una struttura obsoleta e fatiscente, ridotta malissimo. Non è a norma con le nuove direttive imposte dal Governo, che prevedono ad esempio uno spazio di almeno nove metri quadri per cane con la propria area di sgambamento, ed entro il 2020 il canile andrà quindi chiuso e smantellato".

Il rischio è quello che i 50 ospiti a quattro zampe del rifugio restino senza casa. "Abbiamo già un progetto per il nuovo canile e abbiamo già individuato un terreno dove costruirlo, in via Plicca vicino a quello comunale - continua la presidente - E' uno spazio immenso e in piena campagna: si chiamerà 'Parco rifugio', ospiterà almeno 50 animali e, in una seconda fase, abbiamo l'intenzione di realizzare anche una piccola pensione, servizio che da tempo i cittadini ci chiedono di attuare. Sarà un ambiente moderno, ci saranno tante aree di sgambamento con anche uno spazio con sedie e tavolini per i proprietari degli animali, organizzeremo tante iniziative e serviremo anche i Comuni limitrofi che non hanno canili, come Casola Valsenio, Castel bolognese e Brisighella".

Enpa ha quindi deciso di lanciare una raccolta fondi per cercare di raggiungere la cifra necessaria alla costruzione del nuovo rifugio: "Prima di iniziare i lavori, essendo noi una onlus, dobbiamo pagare l'Iva al 22%, e su una cifra totale di circa 600mila euro è una somma elevata - conclude Ravaioli - Abbiamo già raggiunto una cifra alta grazie alle generose donazioni di alcuni amanti degli animali, ma ci mancano ancora circa 150mila euro. Con una donazione, anche di piccola entità, si può aiutare a costruire un nuovo canile. Si può donare direttamente tramile la nostra pagina Facebook o sul nostro sito, con un bonifico. E' un piccolo gesto che per noi è molto importante".

PB030007-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento