rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Entra in vigore il Super Green Pass: che cosa non può più fare chi non è vaccinato

Il Governo ha pubblicato la tabella delle attività consentite da lunedì 6 dicembre senza Green Pass, con Green Pass "base" e con il Super Green Pass

Il Super Green Pass è in vigore in Italia da lunedì 6 dicembre (e fino al 15 gennaio 2022, al momento) per contenere la diffusione del Covid-19 ed evitare nuove zone rosse, chiusure e lockdown come un anno fa. La certificazione rafforzata, che prevede misure più rigide per i no vax, comprende regole diverse per chi è vaccinato o guarito dal Covid sin dalla zona bianca, oltre che in zona gialla, arancione e rossa.

Il Governo ha pubblicato la tabella delle attività consentite senza Green Pass, con Green Pass "base" e con il Super Green Pass per il periodo da lunedì 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022, salvo restrizioni aggiuntive decise dal Comune o dalla Regione di residenza.

Per semplicità qui ricorderemo che cosa da oggi non è più consentito a chi non è in possesso di un Green Pass rafforzato, ovvero il certificato rilasciato a chi ha completato il ciclo vaccinale (valido 9 mesi) e a chi è guarito dal Covid da meno di 6 mesi. 

  • Cinema, teatri e sale da concerto aperti al 100% solo per i vaccinati anche in zona bianca. I musei chiudono ai non vaccinati in zona arancione.
  • Stadi e palasport con capienza del 60% al chiuso e del 75% all’aperto solo per i vaccinati anche in zona bianca.
  • Discoteche solo per i vaccinati anche in zona bianca.
  • Feste pubbliche solo per i vaccinati anche in zona bianca.
  • Le feste dopo una cerimonia religiosa in zona arancione sono consentite ai soli vaccinati.
  • Nei ristoranti anche in zona bianca la consumazione al chiuso è consentita ai soli vaccinati.
  • Nei ristoranti in zona arancione la consumazione anche all'aperto è consentita ai soli vaccinati.
  • Nei bar in zona arancione è consentita la consumazione al banco solo ai vaccinati.
  • I centri commerciali nel weekend in zona arancione restano aperti solo ai vaccinati.
  • Palestre e piscine (anche all'aperto) in zona arancione restano aperte solo ai vaccinati. Precluso solo in zona arancione anche l'accesso agli spogliatoi. Sono sempre consentite invece le attività riabilitative.
  • Gli sport di squadra restano sempre consentiti all'aperto mentre sono preclusi ai non vaccinati al chiuso in zona arancione. Sport di contatto (calcetto ecc) preclusi ai non vaccinati in zona arancione.
  • Gli impianti nei compresori sciistici in zona arancione restano aperti solo ai vaccinati.
  • Centri termali e centri benessere in zona arancione restano aperti solo ai vaccinati.
  • I parchi tematici in zona arancione restano aperti solo ai vaccinati.
  • Centri culturali, sociali e ricreativi in zona arancione restano aperti solo ai vaccinati.
  • Sale giochi e sale scommesse in zona arancione restano aperti solo ai vaccinati.

Intanto è stata rilasciato l'aggiornamento alla versione 1.1.8 di VerificaC19, l'applicazione che consente anche il controllo della validità della certificazione verde "rafforzata". L'accertamento di questa validità prevede l'utilizzo dell'App VerificaC19 già in uso agli operatori incaricati delle verifiche di validità.

La nuova versione consente agli operatori la selezione della modalità di verifica del codice 'Qr: rafforzata' per il controllo di avvenuta vaccinazione o guarigione. La modalità 'base' invece consentirà di utilizzare l'app come avvenuto finora, con la validità estesa anche a chi abbia effettuato un tampone con esito negativo. 

L'appello

"Vorrei lanciare un appello a tutti gli imprenditori dei settori interessati affinché attuino scrupolosamente i controlli perché non si tratta di una restrizione alla nostra attività lavorativa, ma al contrario salvaguardia noi e gli altri. E’ così che deve essere interpretato il nuovo decreto che rafforza le misure anti Covid con il Super Green Pass - ammonisce Mauro Mambelli, presidente della Confcommercio provincia di Ravenna - E’ certamente un ulteriore adempimento che dobbiamo fare, ma è indispensabile per dare un contributo al contenimento dei contagi che purtroppo in questo periodo sono aumentati. Dobbiamo essere consapevoli che porre massima attenzione ai controlli significa anche evitare un nuovo lockdown, come lo scorso anno, e soprattutto essere responsabili per consentire a chi entra nelle nostre attività di vivere la socialità in piena sicurezza e tranquillità. Dobbiamo perciò essere scrupolosi perché i controlli da parte delle forze dell’ordine ci saranno e dobbiamo anche incoraggiare, a chi non è vaccinato a farlo, perché è l’unico modo per tutelare la salute pubblica. In fondo a controllare con l’app se si è in possesso del Green Pass non ci vuole molto, e soprattutto non è difficile. Impegnare qualche minuto in più per il controllo è indispensabile perché solo così si eviterà ulteriori restringimenti alle nostre categorie che già hanno sofferto molto negli ultimi due anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra in vigore il Super Green Pass: che cosa non può più fare chi non è vaccinato

RavennaToday è in caricamento