rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Equitazione, prosegue il progetto "Lucilla" con corsi per i ragazzi con fragilità

Attraverso l’equitazione integrata, il progetto sviluppa e approfondisce le tecniche e le modalità di approccio della tradizionale ippoterapia

A circa un anno di distanza dall’inaugurazione proseguono e sono sempre aperti con possibilità di iscrizione i corsi di equitazione integrata che si tengono al maneggio del Circolo ippico ravennate in via Mambelli rivolti a ragazze e ragazzi con fragilità psicomotorie e disabilità intellettive. Si tratta del progetto Lucilla a cavallo insieme, promosso dal Circolo ippico ravennate e patrocinato dal Comune, che, attraverso l’equitazione integrata, sviluppa e approfondisce le tecniche e le modalità di approccio della tradizionale ippoterapia.

“È un progetto che si articola lungo un triennio – afferma l’assessore allo Sport Giacomo Costantini – e che il Comune ha ritenuto di valorizzare col patrocinio essendo rivolto a ragazze e ragazzi con problematiche di disabilità che possono ricavarne grandi benefici”.

“Lucilla a cavallo insieme – dice Dominique De Bartolo, istruttrice, ideatrice e responsabile del progetto – si è concretizzato in termini di adesioni e si rivela efficace perché l’equitazione integrata rivolta a giovani con fragilità consente il recupero di abilità e funzionalità psicomotorie e favorisce l’integrazione sociale”.

La pratica sportiva dell’equitazione integrata punta sulle potenzialità del cavallo che, a differenza degli strumenti inanimati utilizzati da altre attività ludico-ricreative, si muove e interagisce, stabilendo con il cavaliere un rapporto di empatia e fisicità in grado di trasmettere fiducia e sicurezza nelle proprie capacità, consentendo la conquista di gradi sempre maggiori di autonomia. Per informazioni scrivere alla mail dominique.debartolo@gmail.com oppure telefonare al numero 328.2259586.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Equitazione, prosegue il progetto "Lucilla" con corsi per i ragazzi con fragilità

RavennaToday è in caricamento