Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Alfonsine

Eroina e cocaina nel menù, da Modena le indagini portano ad Alfonsine: un arresto

L'indagine è iniziata nel febbraio del 2020 a seguito di un sequestro di 1700 euro in contanti e 420 grammi di eroina a carico di un soggetto che era riuscito a darsi alla fuga a bordo di uno scooter, facendo perdere le proprie tracce

Ha interessato anche il ravennate un'operazione antidroga della Squadra Mobile e del Nucleo Problematiche del Territorio della Polizia Locale di Modena, che si è conclusa con l'esecuzione di sei misure cautelari, di cui tre in carcere e tre obblighi di firma, nei confronti di sei tunisini di età compresa tra i 38 e i 45 anni. Un arresto è stato effettuato alle prime luci dell'alba di giovedì ad Alfonsine, mentre un settimo componente del gruppo non è stato rintracciato in quanto presumibilmente si è dato alla macchia all'estero.

L'indagine è iniziata nel febbraio del 2020 a seguito di un sequestro di 1700 euro in contanti e 420 grammi di eroina a carico di un soggetto che era riuscito a darsi alla fuga a bordo di uno scooter, facendo perdere le proprie tracce. Una volta risaliti all'uomo, gli investigatori sono riusciti ad allargare il cerchio, monitorando centinaia di cessioni di stupefacente, scoprendo così un'attività di spaccio organizzata.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i membri del gruppo agivano di fatto in modo autonomo, ma erano costantemente in contatto: vigeva infatti una sorta di "patto solidale" per il quale veniva ceduto, se sprovvisti di stupefacente, il proprio "pacchetto clienti" ad un altro componente. La loro piazza di spaccio era concentrata principalmente nel centro storico di Modena, nella zona della stazione ferroviaria e nel Villaggio Zeta e trattavano prevalentemente cocaina ed eroina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eroina e cocaina nel menù, da Modena le indagini portano ad Alfonsine: un arresto

RavennaToday è in caricamento