Nuovo caso di presunte esche avvelenate: cagnolina finisce dal veterinario

A 'fiutare' il boccone è stata Dolly, che ne ha ingerito una parte prima che la sua proprietaria Valentina riuscisse ad allontanarla

Ancora un caso di presunte esche avvelenate nel ravennate. Questa volta il boccone è stato trovato, domenica mattina intorno a mezzogiorno, in fondo a via dei Poggi nei pressi dell'argine del fiume da Valentina, che stava portando a spasso la sua cagnolina Dolly. E a 'fiutare' il boccone è stata proprio Dolly, che ne ha ingerito una parte prima che la ragazza riuscisse ad allontanarla. "Era una sorta di pastone con dentro parti di colore blu", spiega Valentina: dettaglio che ha subito fatto pensare si potesse trattare di veleno.

La ragazza ha immediato portato la cagnolina dal veterinario, a cui ha consegnato anche l'esca. Il cane, dopo aver rigettato quanto ingerito, si sta lentamente riprendendo. Secondo i residenti non si tratterebbe del primo caso di esche avvelenate nella zona. Le indagini sono in mano al nucleo Forestale dei Carabinieri di Ravenna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

esca1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

Torna su
RavennaToday è in caricamento