Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il 15esimo Stormo salva due escursionisti dispersi nella neve: uno è gravissimo - VIDEO

 

Nelle giornate di martedì e mercoledì gli elicotteri del 15esimo Stormo di Cervia sono decollati da Pisignano prima alla ricerca di una signora dispersa in zona Novafeltria, poi alla volta di Pianvallese, sull’appennino emiliano in provincia di Reggio Emilia. La ricerca in zona Novafeltria non ha avuto esito positivo, mentre nel secondo intervento gli equipaggi del 15esimo Stormo - dopo ore di ricerche condotte in sinergia con le squadre di ricerca terrestre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico (Cnsas) dell’Emilia Romagna - sono riusciti a recuperare entrambi i dispersi.

I due erano alle pendici del monte Cusna da mercoledì, quando hanno lanciato l'allarme perché sorpresi da una tormenta di neve e da nebbia che aveva impedito loro di tornare verso casa. Le ricerche sono iniziate durante la notte grazie all’utilizzo dei visori notturni, ma sono state interrotte per via delle precarie condizioni atmosferiche che permettevano di effettuare la ricerca soltanto in una piccola zona. Poco prima delle 6 di mattina, l’elicottero HH-139 è nuovamente decollato dalla base di Cervia, riuscendo questa volta a portare a termine la missione di soccorso. Il più grave è un uomo di 69 anni, sottoposto a rianimazione cardiopolmonare avanzata e trasportato d'urgenza con elicottero del 118 all'ospedale maggiore di Parma. La prognosi al momento è riservata. L'altro escursionista invece, di 76 anni, dopo alcune cure all'ospedale di Castelnovo ne' Monti per lo stato di ipotermia ha rifiutato il ricovero in ospedale.

Il 15esimo Stormo ha il compito di recuperare gli equipaggi in difficoltà in tempo di pace (Sar– Ricerca e soccorso) e, in tempo di crisi e in operazioni fuori dai confini nazionali (C/Sar - Combat Sar), di supporto alle Operazioni Speciali, nonché di concorrere in caso di gravi calamità ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita e il soccorso di traumatizzati gravi e, di recente, anche il supporto all’attività di antincendio boschivo. Il livello addestrativo degli equipaggi, le caratteristiche tecnologiche degli elicotteri in dotazione nonché l'impiego di apparecchiature e tecniche speciali, quali l'utilizzo di visori notturni, fanno spesso del 15esimo Stormo l’unica componente elicotteristica in grado di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse, grazie anche alla capacità d’impiego di giorno, di notte e in condizioni meteo marginali. Ogni volta che un elicottero del 15esimo Stormo si alza in volo o sta salvando una vita umana, o si sta addestrando per farlo. Dalla sua costituzione a oggi infatti, gli equipaggi del 15esimo Stormo hanno salvato oltre 7200 persone in pericolo di vita.

IMG-20190516-WA0007-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento