Espluso torna sempre in Italia con diversi alias: volo di sola andata per l'Abania per un 37enne

Il 37enne è stato quindi sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici dai quali è emersa, tra l'altro, la presenza di numerosi alias, tutti con precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti e l'immigrazione clandestina

Nella mattinata di lunedì, gli agenti del commissariato di Faenza, hanno proceduto all’arresto e all’allontanamento dal territorio, con accompagnamento in frontiera, di un cittadino albanese, classe 1977, presente irregolarmente nel territorio dello Stato. In particolare nella  nottata tra domenica e lunedì gli operatori in servizio di volante sono intervenuti in una struttura alberghiera,  perchè una ragazza aveva chiamato la polizia, dichiarando di essere  trattenuta in quei locali contro la sua volontà.

Sul posto il personale intervenuto ha riscontrato che in realtà si trattava di una lite tra fidanzati senza nessuna violenza, ma, da un accurato controllo dell’uomo indicato dalla ragazza , lo stesso risultava gravato da provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Bologna nel giugno di quest’anno ed eseguito tramite accompagnamento in frontiera. Considerata la necessità di approfondire la situazione, l’uomo è stato accompagnato negli uffici del commissariato e, a seguito degli ulteriori accertamenti effettuati,  è emerso che era già stato espulso dal territorio nazionale nel gennaio 2013 dalla Questura di Torino, con divieto di ritorno nel territorio nazionale per 3 anni e che, nel marzo 2013, era stato tratto in arresto dalla polizia stradale di Ravenna e accompagnato per il rimpatrio alla frontiera marittima di Ancona, con divieto di fare ritorno nel territorio nazionale per 5 anni. Inoltre l'uomo risultava essere stato nuovamente arrestato ed accompagnato nella frontiera aerea di Venezia nel giugno di quest’anno.

Il 37enne è stato quindi sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici dai quali è emersa, tra l’altro, la presenza di numerosi alias, tutti con precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti e l’immigrazione clandestina. Nella tarda mattinata di lunedì si è svolto al Tribunale di Ravenna il giudizio per direttissima, che ha sancito la condanna dell’uomo a 10 mesi e 20 giorni di reclusione, con nulla osta dell’Autorità giudiziaria all’espulsione. L’uomo quindi nella serata  è stato accompagnato dalla polizia del commissariato faentino alla frontiera aerea di Venezia, dove è stato imbarcato su un volo di sola andata per l’Albania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento