menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Espulsa dall'Italia nel 2020, trovata in stazione a Faenza: arrestata

E' emerso che la donna nell’anno 2020 aveva ricevuto il decreto di espulsione e l’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale

La Polizia di Stato ha arrestato una cittadina ucraina di 30 anni per reingresso illegale nel territorio dello Stato. Nel corso di mirati servizi di prevenzione e controllo in ambito ferroviario, gli agenti della Polizia Ferroviaria di Faenza hanno proceduto al controllo della 30enne. Dagli approfondimenti conseguenti all’identificazione, è emerso che la donna nell’anno 2020 aveva ricevuto il decreto di espulsione e l’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

La stessa, nel novembre 2020, aveva effettivamente fatto rientro al paese d’origine salvo poi tornare in Italia, prima che trascorresse il termine di tre anni previsti dal Testo Unico dell’Immigrazione e senza aver ottenuto la preventiva autorizzazione da parte del Ministero dell’Interno. La donna è stata quindi dichiarata in arresto e trattenuta nelle camere di sicurezza del Commissariato di Polizia di Faenza in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento