Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Espulso dall'Italia, viveva a Cervia tra edifici abbandonati e camere d'albergo: rimpatriato

L'uomo, senza lavoro, si era adattato a trovare alloggio soprattutto in edifici abbandonati del territorio cervese

La notte scorsa, nel corso di una <operazione di Polizia Giudiziaria espletata dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cervia – Milano Marittima e dei colleghi della Stazione di Cervia, in una camera d’albergo della città del sale sono stati controllati alcuni cittadini albanesi. Uno di questi – un 27enne in Italia senza fissa dimora – è risultato già colpito da Decreto di Espulsione comminatogli dal Questore di Ravenna nel settembre del 2017 e che, dopo essere stato rimpatriato in Albania, nonostante l’impedimento di legge ha fatto rientro nel territorio italiano dove, senza lavoro, si era adattato a trovare alloggio soprattutto in edifici abbandonati del territorio cervese.

Dopo aver trascorso la notte nella camera di sicurezza della caserma Carabinieri di Milano Marittima, l'uomo lunedì mattina è stato portato al Tribunale di Ravenna, dove è stato condannato alla pena di otto mesi di reclusione – pena sostituita ex art. 16 Decreto Legislativo 286/98, ovvero l’espulsione dall’Italia con l’obbligo di non farci ritorno per un periodo pari a otto anni. Ottenuto il nulla osta del Tribunale, il 27enne è stato nuovamente colpito da Decreto di Espulsione a opera del Questore di Ravenna ed è stato accompagnato dagli stessi Carabinieri che avevano proceduto al suo arresto all’aeroporto di Fiumicino, per essere imbarcato su un aereo diretto in Albania.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso dall'Italia, viveva a Cervia tra edifici abbandonati e camere d'albergo: rimpatriato

RavennaToday è in caricamento