Evade gli arresti domiciliari: col nuovo arresto finisce in carcere

L'individuo è stato arrestato mercoledì pomeriggio per "evasione" dagli arresti domiciliari

A marzo finì al centro delle pagine di cronaca per aver minacciato da una cabina telefonica il 112, venendo arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Cervia-Milano Marittima per interruzione di pubblico servizio, procurato allarme, minacce, oltraggio pubblico ufficiale, nonché per resistenza e lesioni. Nuovi guai per un forlivese di 51 anni, residente a Cervia. L'individuo è stato arrestato mercoledì pomeriggio per "evasione" dagli arresti domiciliari. Non presente in casa è stato intercettato intorno alle 18.30 mentre si trovava in bici, venendo subito bloccato (ha riferito di essersi allontanato per motivi di salute). 

I precedenti

Il 51enne è una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. Nel giugno del 2017 era finito agli arresti con l’accusa di stalking nei confronti di una prostituta della quale si era invaghito. Il 10 marzo è stato arrestato per interruzione di pubblico servizio, procurato allarme, minacce, oltraggio pubblico ufficiale, nonché per resistenza e lesioni, dopo aver minacciato il personale dell'Arma da una cabina telefonica (una volta individuato ha reagito con calci e pugni). Successivamente è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Forlì nella casa dei genitori. Dal 26 giugno, a causa delle numerose violazioni riscontrate (se ne andava in giro per le Province di Ravenna e Rimini) è stato disposto l’aggravamento della misura con sottoposizione agli arresti domiciliari sempre a Forlì.

Il 16 luglio è stato denunciato dai genitori per il reato di maltrattamenti in famiglia. A seguito di questo episodio ha ottenuto lo spostamento della misura cautelare a Cervia. L’arrestato, trascorsa la notte in camera di sicurezza, è comparso davanti al giudice Federica Lipovscek (pubblico ministero Daniele Barberini) che ha convalidato l’arresto e, sottolineato come l'individuo "abbia sempre mantenuto un comportamento di opposizione, spregio e indifferenza nei confronti delle forze dell'ordine e dei provvedimenti dell’autorità (da ultimo alla sottoposizione agli arresti domiciliari). E' stato condannato con rito abbreviato ad un anno ed otto mesi di reclusione da scontare in carcere.

 

 

 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento