menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Facoltà di Medicina, il sindaco di Forlì attacca quello di Rimini: "E' lui il nemico, ma l'obiettivo è vicino"

Per Zattini è il sindaco di Rimini il "nemico" del progetto per insediare la facoltà di Medicina dell'Università di Bologna a Forlì e Ravenna

È il sindaco di Rimini il "nemico" del progetto per insediare la facoltà di Medicina dell'Università di Bologna a Forlì e Ravenna. A dirlo in Consiglio comunale è il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini. Rispondendo a un question time in materia del capogruppo del Partito democratico, stigmatizza come in ogni occasione il primo cittadino del Pd di Rimini "manifesti tutta la sua contrarietà", anche con "uscite violentissime", come quella durante il confronto di qualche settimana fa tra i sindaci romagnoli in occasione della Festa de L'Unità di Borgo Sisa. Zattini conta di portare a casa l'obiettivo, concretizzando così "un sogno".

"Abbiamo avuto più incontri col rettore Francesco Ubertini dell'Università di Bologna e stiamo definendo alcuni aspetti relativi alle tempestive per arrivare ad un risultato positivo, che è nell'interesse della comunità. E' un percorso che ha un costo nei primi 15 anni di 30 milioni di euro - spiega il primo cittadino forlivese - Con Ravenna è stato raggiunto un accordo per creare due corsi di laurea indipendenti. Il rettore sta portando avanti gli adempimenti accademici". La Regione, "parte fondamentale" del processo, "sta dando il via libera", annuncia Zattini.

Tuttavia, tuona il primo cittadino, "il nemico rimasto è il sindaco Pd di Rimini, che non manca giorno per manifestare tutta la sua contrarietà al fatto che Forlì e Ravenna possono raggiungere questo risultato. Ma all'interno della Conferenza Sanitaria non è determinante nel raggiungimento del nostro obiettivo". Zattini ha un canale aperto anche con l'Università di Ferrara e il rettore Giorgio Zauli. "È disponibile all'arrivo della facoltà nel forlivese", ma non c'è il via libera di Regione e Alma Mater. Per il capogruppo dem è "inopportuno definire "nemico" il sindaco di Rimini", chiedendo al primo cittadino di condividere la partita dell'università, "anche con i consiglieri comunali, che apprendono la questione solo dalla stampa. Serve un confronto vero".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento