menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Argnani

Foto Argnani

Intossicati dal monossido di carbonio sprigionato dal braciere: muore un 40enne

Momenti di paura nella serata di giovedì. Un 40enne è morto in ospedale

E' di un morto e due persone intossicate dal monossido di carbonio il bilancio di quanto accaduto in un appartamento di Faenza nella serata di giovedì. L'allarme è scattato verso le 20 in un'abitazione di via Achille Farina, traversa della Via Filanda Vecchia, con all'interno due persone che hanno iniziato a sentirsi male. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, che sono riusciti ad aprire la porta di casa, e il personale del 118. I primi soccorritori si sono trovati davanti i residenti in preda all'intossicazione del gas, sprigionato da una stufa accesa per difendersi dal freddo.

Uno di questi era già in arresto cardiaco, tanto che, gli operatori di Romagna Soccorso hanno iniziato le prime manovre per tentare di rianimarlo. L'abitazione era talmente tanto satura di monossido di carbonio che anche uno dei soccorritori si è sentito male, tanto da dover essere a sua volta sottoposto alle terapie del caso. Ventilati gli ambienti, i residenti sono stati trasportati in ospedale.

Uno, un 40enne del Marocco, è morto poco dopo, mentre l'altro è stato ricoverato con una intossicazione meno acuta, così come uno dei soccorritori. Portato al pronto soccorso anche un 45enne di nazionalità albanese, che è corso in aiuto del quarantenne praticando il massaggio cardiaco. In via Farini, per gli accertamenti del caso, è intervenuta anche una pattuglia del Commissariato di Faenza.

5b266f10-8921-45b9-893e-23c04d518dbc-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento