rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Faenza

Preoccupante escalation di furti nelle abitazioni, scatta la caccia ai ladri

Carabinieri di Faenza in divisa e in borghese per controllare il territori, tre gli interventi nel cuore della notte

La preoccupante escalation di furti nelle abitazioni e nelle autovetture parcheggiate in strada ha fatto scattare la caccia ai ladri da parte dei carabinieri della Compagnia di Faenza. I militari dell'Arma hanno intensificato i controlli del territorio, utilizzando sia le pattuglie che personale in borghese, per cercare di mettere un freno al fenomeno che ha suscitato molta preoccupazione tra i residenti. Già da 5 giorni, i carabinieri hanno messo sotto sorveglianza speciale la zona di Borgo d'Urbecco lungo le vie Testi, Cerasolo, Lesi, Fornarina e Boschi per pizzicare i veicoli sospetti.

E' in questo contesto che è stata fermata una Bmw notata, verso le 3.30, ferma in sosta in via Saviotti con i fari accesi ma, dai controlli, è emerso che si trattava di persone del posto che tornavano a casa. Ulteriori controlli sono stati effettuati tra Riolo Terme e Castel Bolognese e, proprio in questo secondo appostamento, è stata seguita una Volkswagen nera che si muoveva in direzione di via Biancanigo per poi far perdere le proprie tracce. "Armati" di torce, i carabinieri sono riusciti ad individuare il veicolo sospetto che aveva parcheggiato all'interno di una proprietà privata e, al suo interno, sono stati sorpresi due operai che hanno iniziato subito a dare segni di nervosismo. Dalla perquisizione dell'abitacolo è spuntato un cucchiaio sportco di cocaina e due cutter che sono valsi, agli occupanti, la segnalazione alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti e una denuncia per porto di oggetti atti ad offendere mentre, il guidatore, si è visto anche ritirare la patente.

I ladri, tuttavia, a Castel Bolognese sono riusciti a mettere a segno un furto ai danni di un negozio di biciclette che si trova alle porte della città. L'allarme è scattato poco prima delle 3 quando, un passante, ha chiamato il 112 dopo aver notato tre individui incappucciati scappare a piedi con delle biciclette in spalla. Nonostante l'arrivo delle pattuglie dell'Arma, dei malviventi non è stata trovata traccia e, al momento, l'ipotesi investigativa è che avviano caricato le due ruote su un furgone per poi fuggire. I ladri, dopo aver forzato la saracinesca e sfondato la vetrata, si sono impossessati di 6 biciclette tutte di valore.

Una seconda batteria di ladri è stata intercettata, sempre a notte fonda, all'incrocio tra via Pilastrino e via Cappelle a Bagnara di Romagna. Una Rover, intestata a uno straniero già noto alle forze dell'ordine e residente nel bolognese, alla vista della pattuglia dell'Arma si è data alla fuga. Ne è nato un folle inseguimento terminato, poco dopo, con l'abbandono della vettura e coi tre malviventi scappati a piedi nei campi. Dagli accertamenti è emerso che il veicolo era privo di assicurazione e, per questo motivo, finito sotto sequestro. Sono in corso le indagini per risalire all'identità degli occuoanti arrivati a Bagnara, con tutta probabilità, per mettere a segno dei furti nelle abitazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preoccupante escalation di furti nelle abitazioni, scatta la caccia ai ladri

RavennaToday è in caricamento