rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Faenza

Scarica elettrica per punire il cane, cacciatore in fuga

Cane da caccia torturato dcon un collare elettronico. A denunciare il caso, avvenuto all'interno del parco della “Vena del Gesso”, il Wwf di Faenza

Cane da caccia torturato dcon un collare elettronico. A denunciare il caso, avvenuto all'interno del parco della “Vena del Gesso”, il Wwf di Faenza. L'associazione ha spiegato che il padrone puniva l'animale ogni qualvolta che prendeva una direzione non voluta dal cacciatore stesso. Lo strumento si azione attraverso un telecomando e sprigiona una forte scarica elettrica attraverso due punte metalliche di cui è provvisto il collare all'interno.

Le Guardie WWF di Faenza hanno notato l’uomo con tre cani, il quale è riuscito a darsi alla fuga. Dei tre cani, due sono scappati in direzione diversa sia dal cacciatore che dalle Guardie, mentre un terzo, una segugia di circa un anno, si sono avvicinati alle guardie. Al collo aveva il grosso collare elettrico, un modello in grado anche di tramortire facendo stramazzare a terra il povero animale. Il cane non aveva il microchip. Il cacciatore così non sarà identificabile. Come previsto dalla legge, l'animale è stata posto sotto sequestro ed affidata alle cure del canile di Faenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarica elettrica per punire il cane, cacciatore in fuga

RavennaToday è in caricamento