Puntavano gli incassi delle farmacie: fallito assalto a colpi di mazza

L'episodio si è consumato lunedì mattina, intorno alle 10,30, mentre la guardia giurata si trovava all’interno della Farmacia Comunale numero 10 di via 56 Martiri, in zona Ponte Nuovo

Foto Argnani

Fallito assalto ad un'auto blindata della CoopService di Ravenna con gli incassi delle farmacie a bordo. L'episodio si è consumato lunedì mattina, intorno alle 10,30, mentre la guardia giurata si trovava all’interno della Farmacia Comunale numero 10 di via 56 Martiri, in zona Ponte Nuovo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, ad agire sono stati due individui col volto travisato con casco integrale. Indossavano abiti scuri. Armati di mazze, hanno tentato di infrangere il lunotto posteriore della vettura di servziio dell'istituto di vigilanza, una "Fiat Panda", con l'obiettivo di rubare l’incasso che era stato precedentemente raccolto dalle farmacie della zona. A quanto pare all'interno vi erano circa 50mila euro. I malviventi non hanno avuto il tempo necessario per portare a termine l’azione, dileguandosi in sella ad uno scooter. Il vigilantes, dopo essersi accorto del tentato furto, ha diramato l'allarme. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, con il personale del Nucleo Operativo che ha proceduto ai rilievi di legge. L'area è videosorvegliata: le immagini potrebbero aiutare gli inquirenti ai fini delle indagini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Filippo Lo Giudice, segretario regionale Emilia-Romagna del sindacato Ugl Sicurezza Civile, commenta l’episodio: “Soltanto per una serie fortuita di coincidenze i ladri non hanno svaligiato il mezzo dell’Istituto di vigilanza, ma il tentativo in se’ deve farci riflettere. L’assalto al portavalori è stato possibile perché in servizio era stata mandata una guardia giurata soltanto. Se a presidiare il mezzo, invece, fossero stati due uomini i banditi non si sarebbero nemmeno avvicinati. Rinnoviamo l’appello alla prefettura di Ravenna, da noi già contattata, a porre come obbligo agli Istituti di vigilanza l’invio minimo di due guardie giurate in pattuglia e tre in furgone. Una misura cautelare , a vantaggio dei beni trasportati e nella tutela degli stessi lavoratori  della sicurezza, che è necessario adottare al più presto prima che dalle situazione di rischio già segnalate si debba passare a casi più incontrollati e si debba dover trattare l’ennesima notizia di un assalto a portavalori con furto milionario e magari guardie giurate messe sotto tiro”. Lo Giudice chiederà un immediato incontro all’ azienda per esaminare il caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • Schianto all'incrocio all'alba: automobilista in gravi condizioni

  • Schianto tra auto all'incrocio: due donne finiscono in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento