rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Fare sport conviene: prorogato il bando per ottenere contributi

L’erogazione dei contributi cesserà ad avvenuto esaurimento del fondo a disposizione o delle domande utilmente collocate in graduatoria

Il bando a sostegno dell’attività sportiva giovanile sarà prorogato al 31 gennaio ed è rivolto a ragazzi e ragazze che abbiano praticato uno sport per almeno quattro mesi nell’anno sportivo 2016/2017 presso società sportive riconosciute dal Coni o presso associazioni sportive aderenti o riconducibili a enti di promozione sportiva possono accedere ai contributi previsti dall’apposito bando.

“Abbiamo lavorato con soddisfazione alla predisposizione e all’emanazione di questo bando che intende incentivare e sostenere la pratica sportiva dei più giovani – commenta l’assessore alle politiche giovanili, Valentina Morigi – anche recependo le sollecitazioni unanimi che ci sono pervenute dal consiglio comunale con l’approvazione di un ordine del giorno sul tema. Con questo provvedimento vogliamo andare incontro alle esigenze di quelle famiglie che affrontano con difficoltà le spese sportive dei propri figli, cercando di evitare che i disagi economici impediscano di praticare sport, attività importante per lo sviluppo psico-fisico e per l’acquisizione di stili di vita sani e corretti fin dalla più giovane età”.

Come presentare domanda

Tra i requisiti necessari per accedere al contributo quelli di appartenere a famiglie che abbiano un Isee, rilasciato nel 2017, non superiore a 15mila euro, di avere un’età compresa fra i 6 e i 18 anni e di essere residenti nel Comune di Ravenna da almeno 12 mesi. Il contributo, per ciascun minore interessato, sarà di 150 euro se il giustificativo o la somma dei giustificativi di spesa presentati sarà pari o superiore a tale cifra. Se la somma delle spese giustificate risulterà inferiore a 150 euro, l’ammontare del contributo sarà pari a tale somma. Per ciascun nucleo familiare non potrà essere erogata una somma di contributo superiore a 400 euro. Il Comune procederà all’erogazione dei contributi redigendo una specifica graduatoria, formulata secondo l’Isee posseduta, con precedenza alle Isee più basse, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, quantificate in 40mila euro. L’erogazione dei contributi cesserà ad avvenuto esaurimento del fondo a disposizione o delle domande utilmente collocate in graduatoria. Le domande vanno redatte da uno dei genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, su apposita modulistica in distribuzione allo Sportello unico polifunzionale di via Berlinguer 68 o alle sedi degli uffici territoriali decentrati e scaricabile a questo link: https://bit.ly/2Fs3hlI. Le domande dovranno essere presentate entro le 12 di lunedì 31 gennaio. Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Servizio sociale associato in via M. D’Azeglio 2 oppure telefonare allo 0544482550 o inviare una mail all'indirizzo accoglienzasociale@comune.ra.it, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17. Il Servizio sociale associato – Coordinamento pianificazione e monitoraggio gestirà la fase istruttoria delle domande comunicando agli interessati, sulla base della documentazione fornita l’ammissione della domanda al contributo e l’ammontare dello stesso, per coloro che risultano in possesso dei requisiti previsti oppure il diniego del contributo, per coloro che non risultano in possesso dei requisiti previsti o la cui richiesta non può essere evasa per esaurimento del fondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare sport conviene: prorogato il bando per ottenere contributi

RavennaToday è in caricamento