menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La lotta contro il covid di Fausto Gresini: nuovo peggioramento delle condizioni, "Ha febbre alta"

Ad aggiornare sulle condizioni fisiche è il figlio Lorenzo attraverso un post su Facebook, che parla di "febbre alta" da sabato

Peggiorano le condizioni di Fausto Gresini, l'ex iridato nel Motomondiale e team manager dell'omonimo team che da alcune settimane sta lottando contro il covid-19. Ad aggiornare sulle condizioni fisiche è il figlio Lorenzo attraverso un post su Facebook, che parla di "febbre alta" da sabato. Quindi una riflessione su questo nemico invisibile: "Si dice che colpisca persone che hanno altre patologie o anziane, ma io conosco mio babbo e vi garantisco che prima di questo virus è sempre stato un 59enne in piena salute come tanti altri, inoltre seguo e mi sono state riportate storie di persone che hanno 10-11 anni in meno di lui e in piena salute che ora lottano e si trovano nella stessa situazione. Questo per dirvi di stare assolutamente attenti e se non volete farlo per voi fatelo per gli altri. Un pensiero e un abbraccio a medici, infermieri, famiglie e a chiunque lotti contro questo mostro invisibile".

Queste le parole del dottor Nicola Cilloni: "Le condizioni cliniche generali di Fausto sono ancora gravi per il perdurare della polmonite da covid che compromette molto l’ossigenazione del sangue, rendendo necessario continuare la ventilazione meccanica concomitante a sedazione per mantenere sufficiente l’ossigeno nel sangue. Fortunatamente gli altri organi non sono attualmente danneggiati. Sono state pianificate delle manovre posturali e l’ausilio di particolari farmaci inalatori con l’obbiettivo di migliorare la respirazione”.

Fausto Gresini è stato ricoverato all'ospedale "Maggiore" di Bologna il 30 dicembre scorso. Risultato positivo al tampone poco prima delle festività di Natale e, dopo un primo periodo in isolamento nella sua abitazione, il 27 dicembre è stato ricoverato all'ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola. Poi il trasferimento all’ospedale Maggiore Carlo Alberto Pizzardi di Bologna, in un reparto più attrezzato per le cure dedicate al Covid-19. E' stato anche in coma farmacologico, poi le sue condizioni sono lentamente migliorate: il 10 gennaio ha potuto partecipare tramite video-chiamata al compleanno della figlia, mentre l'indomani ha ricevuto per la prima volta dal 27 dicembre la visita della moglie. Ora il nuovo peggioramento e l'attesa di nuove buone notizie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento