rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Femminicidio di Elisa Bravi, il marito conferma il delitto davanti al Gip

Nell'interrogatorio di garanzia Riccardo Pondi si è limitato a confermare quanto già dichiarato davanti agli inquirenti dei carabinieri

E' durato pochi minuti l'interrogatorio di garanzia di Riccardo Pondi, il 39enne arrestato dai carabinieri per l'omicidio della moglie Elisa Bravi. L'uomo, difeso dall'avvocato Giorgia Montanari in sostituzione del collega Manetti, ha sostanzialmente fatto scena muta davanti al gip, che ha convalidato il fermo, limitandosi a confermare quanto già dichiarato agli inquirenti dell'Arma subito dopo l'omicidio. Secondo i primi accertamenti, era stato lo stesso Pondi nella notte tra martedì e mercoledì a dare l'allarme facendo accorrere nell'abitazione di via Aguta a Glorie di Bagnacavallo le ambulanze dei soccorsi del 118 e i Carabinieri della compagnia Lugo, ma per la povera donna non c'è stato nulla da fare. Il marito era stato sottoposto a interrogatorio dal pm di turno, Lucrezia Ciriello: interrogato per oltre quattro ore in caserma a Lugo, l'uomo aveva confessato e ha fornito alcuni dettagli sul delitto. Per quanto riguarda il movente, che ha portato all'assasinio della 31enne madre di due bambine, sono ancora in corso le indaigni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio di Elisa Bravi, il marito conferma il delitto davanti al Gip

RavennaToday è in caricamento