rotate-mobile
Cronaca Faenza

Festa della Repubblica, partono le celebrazioni a Faenza: dai bambini un messaggio per la pace

Gli studenti delle scuole faentine hanno aperto le manifestazioni in occasione della festa nazionale con vari spunti di riflessione sul tema della pace

In occasione del 78esimo Anniversario della Festa della Repubblica, che ogni anno si festeggia il 2 giugno in ricordo del referendum istituzionale del 1946, a Faenza le celebrazioni ufficiali, con il coinvolgimento delle scuole si sono tenute oggi venerdì 31 maggio. 

Le iniziative, promosse dal Comune di Faenza e dal Comitato Antifascista per la Democrazia e la Libertà, si sono svolte presso le Scuole Marri – S. Umiltà. Dopo l’alzabandiera e l’Inno nazionale cantato dagli studenti, si sono tenuti i saluti da parte dell’Amministrazione comunale e del Presidente della Fondazione Scuole Marri – S. Umiltà, Giovanna Randi e del Coordinatore didattico Luca Cavallari. La cerimonia è proseguita le premiazioni del Concorso di disegno della scuola primaria dedicato alla Festa della Repubblica. Gli studenti della terza classe della scuola secondaria hanno letto alcune poesie sul tema della guerra e sulla cultura di pace, mentre i ragazzi della seconda classe della scuola secondario di primo grado, hanno letto alcune riflessioni sull’art. 11 della Costituzione ("L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali"). 

Le alunne e degli alunni della classe 1^ della scuola secondaria di primo grado hanno poi portato in esposizione alcuni manifesti contro i conflitti. La cerimonia proseguirà con una coreografia delle alunne e degli alunni delle scuole Marri S. Umiltà dedicata al valore della pace, per poi concludersi con un intervento dell’Amministrazione comunale.  Al termine della cerimonia il lancio di palloncini con messaggi di speranza contro la guerra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica, partono le celebrazioni a Faenza: dai bambini un messaggio per la pace

RavennaToday è in caricamento