rotate-mobile
Cronaca

Festa della Repubblica, partono le celebrazioni in provincia: gli appuntamenti nel Ravennate

Il programma delle iniziative sul territorio ravennate prevede anche il coinvolgimento delle scuole

Partono le celebrazioni in occasione del 78esimo anniversario della Festa della Repubblica, che ogni anno si festeggia il 2 giugno in ricordo del referendum istituzionale del 1946. A Faenza le celebrazioni ufficiali, con il coinvolgimento delle scuole, si terranno venerdì 31 maggio. Le iniziative, promosse dal Comune di Faenza e dal Comitato Antifascista per la Democrazia e la Libertà, si svolgeranno a partire dalle ore 8.30 presso le Scuole Marri – S. Umiltà di via Bondiolo 38, con ingresso libero e gratuito. Il programma prevede, dopo l’accoglienza delle autorità e degli ospiti, un momento per rendere onore alla Bandiera della Repubblica italiana e il canto collettivo dell’Inno Nazionale, seguito da quello Europeo. 

Dopo i saluti da parte dell’Amministrazione comunale, del Presidente della Fondazione Scuole Marri – S. Umiltà Giovanna Randi e del Coordinatore didattico Luca Cavallari, si proseguirà con la premiazione del Concorso di disegno della scuola primaria dedicato alla Festa della Repubblica. Gli studenti della terza classe della scuola secondaria leggeranno poi alcune poesie sul tema della guerra e sulla cultura di pace. Seguiranno alcune riflessioni sull’art. 11 della Costituzione ("L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali") da parte delle alunne e degli alunni della classe 2^ della scuola secondaria di primo grado. In esposizione inoltre alcuni manifesti contro i conflitti, realizzati delle alunne e degli alunni della classe 1^ della scuola secondaria di primo grado. La cerimonia proseguirà con una coreografia delle alunne e degli alunni delle scuole Marri S. Umiltà dedicata al valore della pace, per poi concludersi con un intervento dell’Amministrazione comunale.  Al termine della cerimonia il lancio di palloncini con messaggi di speranza contro la guerra.

A Cervia gli appuntamenti iniziano mercoledì 29 maggio alle ore 16,30 in Biblioteca con l’incontro “Il Miracolo della ragione - Considerazioni sulla nascita della Repubblica italiana (1943-1948)” a cura di Giuseppe Masetti Direttore dell’Istituto storico della Resistenza Ravenna. Si prosegue sabato 1 giugno alle ore 17,30 nella Sala Rubicone con l’inaugurazione della Mostra "Paesaggi della nostra Repubblica" del pittore Walter Guidi a cura dell’Associazione culturale “Menocchio”.  La mostra rimane aperta fino al 10 giugno tutti i giorni dalle ore 17.00  alle ore 22.00. Domenica 2 giugno alle ore 10,30 si svolge la commemorazione del 78° della Festa della Repubblica. Il ritrovo è in Piazza Garibaldi  dove viene deposta la corona alla lapide di Giuseppe Mazzini nella facciata del Palazzo comunale. A seguire la deposizione della corona alla statua di Giuseppe Mazzini in Piazzale Ascione viale Roma di fronte alla Scuola Pascoli alla presenza delle autorità. La giornata di festa termina alle ore 21,30 in Piazza Garibaldi col Concerto della Repubblica della Banda “Città di Cervia”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica, partono le celebrazioni in provincia: gli appuntamenti nel Ravennate

RavennaToday è in caricamento