rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Fingeva di pagare le bollette di un suo creditore con falsi bollettini ma si intascava i soldi

L’indagine è partita dopo la denuncia da parte di una società ravennate che, pur essendo in possesso di tutti i bollettini postali di pagamento effettuato, si ritrovava con altrettanti solleciti di pagamento

Fingeva di pagare le bollette dell'azienda ma in realtà si intascava il denaro e presentava bollettini postali contraffatti. La Polizia di stato, al termine di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Ravenna, ha denunciato a piede libero un uomo ritenuto responsabile di truffa aggravata e di contraffazione di bollettini postali.

L’indagine è partita dopo la denuncia da parte di una società ravennate che, pur essendo in possesso di tutti i bollettini postali di pagamento effettuato per le relative fatture per aver usufruito del servizio di elettricità, si ritrovava con altrettanti solleciti di pagamento da parte della ditta fornitrice, attestanti la mancata corresponsione. I solleciti erano iniziati già a gennaio 2016 e i debiti della società, sommati ai dovuti interessi di mora, erano arrivati a 25mila euro. Gli approfondimenti degli investigatori della Squadra Mobile hanno portato alla luce la truffa. La società, creditrice nei confronti di un uomo per qualche migliaio di euro, aveva stipulato con questi un accordo: l'uomo, un 53enne residente a Ravenna, si era impegnato a pagare la metà di ogni fattura di fornitura di energia intestata alla società. Il ravennate, dunque, si faceva dare dalla società la metà di ogni fattura, che avrebbe poi dovuto versare insieme alla sua metà, ma che in realtà tratteneva per sè restituendo poi alla ditta restituendo successivamente al creditore delle false ricevute con timbro postale per l’avvenuto pagamento.

Il 53enne si sarebbe impossessato, grazie a questo modus operandi, di qualche migliaio di euro, provocando alla società un danno economico di oltre 20mila euro. Il soggetto, già noto alle forze dell’ordine per reati della stessa specie, attualmente si trova in carcere per dover scontare un cumulo di pene per oltre cinque anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fingeva di pagare le bollette di un suo creditore con falsi bollettini ma si intascava i soldi

RavennaToday è in caricamento